5 maggio 2010: L’Inter vince la Coppa Italia

Inter, 5 maggio 2010, l'inizio del triplete

Ai non interisti, il 5 maggio rievoca la disfatta dell’Inter all’Olimpico contro la Lazio: i nerazzurri videro sfumare all’ultima giornata uno scudetto che vedevano già cucito sulle proprie maglie. Ma l’Inter in questa data rievoca ricordi assai più felici: appena sei anni fa, il 5 maggio del 2010, il loro sogno iniziava a prendere forma, con la squadra che vince la Coppa Italia. In quest’anno, il primo dell’inizio del rilancio delle sorti della squadra nerazzurra, sotto la gestione Thohir, la ricorrenza cade di giovedì. Quale miglior occasione per un TBT (Trowback Thursday, la tendenza sui social di rievocare ricordi ogni giovedì)?

Quasi non bastassero i ricordi ancora indelebili di tutti i tifosi interisti, c’ha pensato proprio la società nerazzurra a far tornare alla mente quei giorni incredibili, iniziati proprio il 5 maggio. Allora, come nel 2002, come fosse uno scherzo del destino, l’Inter era all’Olimpico di Roma. Quella volta, di fronte, c’era la Roma e non la Lazio. E l’Inter partiva con gli sfavori del pronostico.

La finale di Coppa dei Campioni era appena stata conquistata; il primo posto sembrava già consolidato, proprio a discapito dei giallorossi; quella finale di Coppa Italia pareva destinata a consacrare la vittoria della Roma. Ma l’Inter di Mourinho – e la storia lo scoprì ben presto – era troppo affamata di vittorie per lasciarsi sfuggire un titolo dalle mani.

In quella stagione, ne arrivarono addirittura tre, di titoli: Coppa Italia, Scudetto e l’inaspettata Champions League. L’Inter entrò di diritto nella storia. In Italia, nessuno è stato capace di compiere un’impresa simile. A guardare l’Inter oggi, sembra passato un secolo. Ma da quel 5 maggio, sono trascorsi appena sei anni. Quella squadra, come un monumento, è stata erosa dal tempo. Ora non rimane che un ricordo. Un indelebile e felicissimo ricordo.

Potrebbe interessarti anche:

About Felice Tommasino 3 Articoli
Studente, scribacchino. Sognatore con le tasche piene di sassi. Vorrei un fisico bestiale per stare nel mondo dei grandi. Sintetico per pigrizia.