Ascoli-Bari, Camplone: “La svolta? A Chiavari”

Conferenza stampa prepartita per il tecnico biancorosso Andrea Camplone. Il mister dei pugliesi ha parlato alla vigilia di Ascoli-Bari, gara valida per la 33a giornata del campionato di Serie B 2015-16. L’allenatore abruzzese ha commentato la gara che dovranno affrontare i suoi, un importante crocevia verso i playoff.

Così Camplone in conferenza stampa: “Mi aspetto una partita difficile, sulla falsa riga di quella di sabato scorso contro il Como. I nostri avversari punteranno alle ripartenze come al solito. Se giocheranno a viso aperto, potrebbe invece uscire una gara spettacolare”.

La testa va alla scorsa partita, quella contro il Como: “Nella prima frazione abbiamo sofferto il caldo e le mezz’ali faticavano a trovare la posizione. Valiani e Defendi si trovavano spesso spalle alla porta: questo non deve accadere mai. Almeno siamo sempre concentrati e non concediamo nulla. Dezi? Praticamente è un veterano anche se è giovane; ci ha fatto fare il salto di qualità. Chi ha sofferto? Soprattutto Defendi, probabilmente perché ha sempre giocato da inizio stagione”.

Un bilancio sul campionato: “Secondo me tutti hanno fatto i punti che hanno meritato. Crotone e Cagliari? Semplicemente irraggiungibili. Ci saranno invece sorprese per la terza posizione. Trapani e Spezia stanno benissimo, non abbiamo una sola concorrente diretta. Per me il Cagliari arriverà a Bari già in A. Noi? Ci saranno gare complicate, pochi risultati possono cambiare le posizioni”.

Ma la svolta, per questa squadra, è arrivata dopo la sconfitta di Chiavari con l’Entella?Forse le mie parole nel post-gara hanno fatto scattare una molla all’interno dello spogliatoio. Ora lottiamo per un unico obiettivo”.

About Nicola Loseto 738 Articoli
Appassionato di calcio fin da bambino, nato a Bari nel 1970. Da sempre tifoso del Bari, mi interesso di calcio, basket e altri sport.