Avellino-Pistoia 83-70: Nunnally immarcabile, si va sul 2-0

Due giorni dopo una devastante Gara-1, la Sidigas – nonostante una partenza a rilento (0-9 dopo due minuti) – riesce a portare a casa anche il secondo appuntamento della serie, piazzando una seria ipoteca sul passaggio del turno.

Come già accennato, c’è stata la reazione che tutti si aspettavano da parte dei Pistoiesi. Tuttavia, in quell’inizio così complicato, il talento e la classe di Nunnally e Acker hanno presto colmato il gap, per poi prendere un vantaggio che la Sidigas non ha più perso. La Scandone, ancora una volta, è brava a tenere sotto controllo la gara, difendendo bene di squadra e attaccando in maniera organizzata (28 assist a fine partita). Le palle perse (23) sono state eccessive, ma in una partita del genere, a sole 48 ore di distanza dalla prima, un piccolo calo ci può anche stare.

La differenza dei valori dei due roster è stata abbastanza evidente in queste due partite, nonostante la squadra agli ordini di coach Esposito non abbia mai smesso di provarci. Lo stesso Esposito che, poi, in conferenza stampa, ha provato ad accendere gli animi in vista di Gara-3. Parlare di “situazioni extracestistiche” e “gioco maschio” è un mero tentativo di mischiare le carte in tavola, provando a mettere un po’ di pressione in più sulla Sidigas.

Mercoledì sera, dunque, vedremo se la “tattica” del Diablo Esposito porterà i suoi frutti. Alle ore 20.45 andrà in scena Gara-3. Sacripanti è intenzionato a chiudere la serie in tre gare, evitando così un possibile risveglio di Pistoia. Staremo a vedere.

PAGELLE:

Ragland 7: tira male dal campo (5/13), ma segna 15 punti, smazza 9 assist, raccoglie 5 rimbalzi e recupera 3 palloni. Giocatore universale, sempre in controllo del match. Peccato per le 5 palle perse.
Green 6.5: non spacca la partita con le sue triple come in Gara-1, ma mette in ritmo i compagni (7 assist), e raccoglie 4 rimbalzi, oltre a difendere più che discretamente sui pari ruolo avversari.
Veikalas 5: ci mette sempre tanta energia, e questo è un bene, ma non era proprio in giornata. 0/4 dal campo in 12 minuti, segna solo due punti dalla lunetta. Speriamo che, tra 48 ore, potremo parlare di un Veikalas rinato.
Acker 6.5: eccezionale primo quarto, con 7 punti segnati e 2 palle recuperate, per aiutare i biancoverdi a rientrare (insieme a Nunnally) dallo 0-9 iniziale. Col passare dei minuti, cala un po’, ma sembra stia finalmente tornando il giocatore decisivo che tutti conosciamo.
Leunen 7: ennesima, ottima prova per il Professore. Segna “solo” 6 punti, con due triple importanti, ma smazza 6 assist, rivelandosi un playmaker aggiunto per questa squadra.
Cervi 6: gioca solo 17 minuti, rendendosi più utile nella metà campo difensiva (chiude anche con 2 stoppate), che in quella offensiva, dove soffre il gioco duro dei Pistoiesi.
Nunnally 9: riceve il premio di MVP pochi minuti prima della palla a due. Per ringraziare, sforna una prestazione da MVP. 32 punti con 8/10 da due, 4/6 da tre e 4/4 ai liberi, 5 rimbalzi e 3 assist, con un plus-minus di +16 (il più alto della squadra) e una valutazione di 32. Assoluto dominatore di Gara-2, nonostante ben 6 palle perse.
Pini 6: 11 minuti in campo, in cui ci mette – come sempre – tanta energia. Qualche errore, qualche buona giocata, ma non sfigura.
Buva 7.5: se viene innescato dai compagni come accaduto nelle prime due gare, diventa praticamente immarcabile. Segna 12 punti e raccoglie 12 rimbalzi in 23 minuti, dominando la sfida nel pitturato.