Avellino-Pistoia 93-76: Sidigas da sballo, è 1-0!

La Sidigas parte col piede giusto, in una Gara-1 durata pochi minuti, prima che i biancoverdi prendessero il largo contro una Giorgio Tesi Group Pistoia evidentemente inferiore. Pronostico rispettato, dunque, per questo primo appuntamento della serie, chiuso con il risultato di 93-76 per gli uomini di coach Sacripanti, supportati da un PalaDelMauro che, finalmente, si riempie come i vecchi tempi (oltre 4000 spettatori).

Dopo pochi minuti, sono venuti fuori i limiti – soprattutto difensivi – di Pistoia, e la Sidigas ne ha approfittato per prendere il largo sin da subito (28-15 alla fine del primo quarto), tirando con percentuali da capogiro nel primo tempo. Appena Pistoia ha preso le misure alla squadra irpina, poi, è venuto fuori il talento, il carisma, l’esperienza di giocatori come Green, Ragland o Nunnally. Alla fine, la Sidigas chiuderà con il 64.9% da due e il 40% da tre punti, con 25 assist (su 34 tiri segnati) e 124 di valutazione di squadra, portando ben 5 giocatori in doppia cifra.

Pistoia, ovviamente, non mollerà, mettendo subito alle spalle questa pesante batosta. Nell’ultimo quarto, coach Esposito ha regalato tanti minuti ai giovani, in modo da poter far riposare i big in vista di Gara-2: Blackshear, ad esempio, è appena tornato da un infortunio. La forza e l’atletismo dei Toscani sono pericolosissimi, ma questa Sidigas non deve temere nessuno.

Il secondo appuntamento di questa serie andrà in scena lunedì sera, ancora al PalaDelMauro, alle ore 20.30. Non ci sarà diretta tv, i prezzi dei biglietti sono praticamente stracciati. I lupi hanno ancora tanta fame, hanno ancora voglia di farci divertire. Riempiamolo!

PAGELLE:
Ragland 7.5: le abilità da penetratore sono indiscusse. Se decide di attaccare il ferro, non ce n’è per nessuno. Fa canestro, subisce falli, scarica per i compagni. Segna 11 punti, raccoglie 5 rimbalzi e smazza 7 assist. Peccato per la giornata storta dalla distanza (1/5 da tre punti).
Green 7: Pistoia, dopo un pessimo primo quarto, aveva iniziato a prendere le misure alla Sidigas. Green, dall’alto della sua esperienza, piazza l’ennesimo strappo a suon di triple (3/3 nella seconda frazione). Quando gioca in versione “Final Eight 2008” c’è ben poco da fare. Chiude con 11 punti e 4 assist.
Veikalas 6.5: tanta energia, tanto lavoro. Risponde presente quando Sacripanti lo chiama in causa. Chiude con 6 punti e 1/3 da oltre l’arco.
Acker 6: nonostante 4 palle perse, segna 7 punti con 3/4 dal campo nel terzo quarto. Mostra lampi di pura classe, ma è ancora discontinuo.
Leunen 7: tira male (1/5 dal campo), chiudendo con soli 3 punti, ma raccoglie 7 rimbalzi, e le sue letture offensive sono sublimi (6 assist). Tanto per cambiare, il suo plus-minus è tra i più alti della squadra (+16, il secondo tra i biancoverdi).
Cervi 7: ottima prova del big man biancoverde, che chiude con 12 punti (5/6 dal campo), 7 rimbalzi e 1 stoppata. Ancora una volta, eccezionale su entrambi i lati del campo.
Severini 6.5: gioca ben 12 minuti, mostrando di poter essere un elemento più che utile nelle rotazioni della Sidigas. Ha lavorato duro, è stato a lungo ai margini delle rotazioni, ma la personalità che mette quando entra in campo è invidiabile. Chiude con 3 punti, provenienti tutti da tiri liberi, ma mostra ottime abilità soprattutto nella metà campo difensiva.
Pini 6: l’energia non manca mai, sia in attacco che in difesa. C’è qualche carenza, che però riesce a coprire con un grande cuore. Chiude con 2 punti, 2 assist e 2 recuperi.
Nunnally 7.5: l’MVP del campionato gioca da MVP. Attacca con intelligenza, evitando le forzature che hanno spesso caratterizzato il suo gioco. In difesa, il giocatore-telepass della stagione regolare sembra solo un lontano ricordo. Chiude con 15 punti (6/9 dal campo), 6 rimbalzi e 2 assist, con un plus-minus di +19 (il migliore della squadra). Peccato per le 3 palle perse…
Buva 7.5: quando vuole, riesce ad essere decisivo come pochi, innescato in corsa dai compagni, dal post, o dalla media distanza. Kirk, pur essendo stato il migliore dei suoi, ha trovato non poche difficoltà a liberarsi dalla morsa dei lunghi Sidigas, Buva compreso.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SCANDONE AVELLINO