Bari-Modena, Camplone: “Non stravolgerò la squadra”

È terminata pochi minuti fa la consueta conferenza stampa di mister Camplone in vista del match di domani, che vedrà il Bari ospitare il Modena al S.Nicola. Il tecnico biancorosso ha espresso la volontà di non voler stravolgere la squadra: “Qualche cambio potrà esserci considerato il turno infrasettimanale che ci ha visti impegnati in una partita provante come quella di Ascoli. La mia intenzione però è quella di non stravolgere la squadra che ha finalmente trovato i propri equilibri. Abbiamo avuto la possibilità di fare turnover in modo da far rifiatare qualche elemento. Chi ha giocato ha recuperato in questi giorni”.

Camplone cerca di tenere alta la concentrazione dei propri ragazzi: “Non possiamo permetterci di perder punti. Le altre vanno forte. Il Modena è una squadra che ha qualità e grande esperienza e che soprattutto gioca a calcio. Credo sarà una partita diversa da quella contro il Como. Il Modena vorrà vincere, un punto credo serva a poco considerando la loro posizione in classifica. Dobbiamo essere concentrati e attenti per portare a casa la vittoria”.

Il tecnico pescarese ha poi elogiato i miglioramenti in fase difensiva della propria squadra: “Ora siamo più attenti e cattivi. A livello individuale non commettiamo più errori banali. Siamo meno superficiali“. Difesa che dovrà fare a meno di Contini, out probabilmente per 20-25 giorni.
Mister Camplone ha anche analizzato la condizione di qualche singolo: “Donati con me ha trovato spazio. Quando sono arrivato era ai margini del progetto. Ora è un giocatore importante per noi. Di Noia si fa trovare sempre pronto. È una pedina fondamentale perché sa ricoprire più ruoli. Jakimovski ha disputato una buona partita. È stato fuori per un po’ e quindi dovrà recuperare fisicamente”.

Il tecnico biancorosso tiene alta la guardia dei propri ragazzi. Sulla panchina opposta sederà Bergodi, ex compagno di squadra di Camplone ai tempi del Pescara: ” Io e Cristiano siamo molto amici. Porto con me dei bei ricordi degli anni passati insieme a Pescara. Lui è tecnico intelligente ed esperto. Sarà dura domani”.

Vincere per conservare il terzo posto. Categorico quanto fondamentale l’imperativo rivolto ai propri ragazzi per evitare brusche battute d’arresto.

Potrebbe interessarti: