Benevento-Cesena 2-1, Ciciretti: “Il gol dedicato a mio nonno”

Al termine di Benevento-Cesena, il fantasista dei sanniti Amato Ciciretti ha parlato ai microfoni di OttoChannel nel post-partita.

Queste le sue parole: “Ci tenevo a far bene perché in settimana è venuto a mancare nonno. Ho cercato il gol, l’ho ottenuto e lo dedico a lui. Nel mio piccolo ho voluto far capire a lui che questa partita era dedicata a lui. Forse abbiamo avuto un calo nel secondo tempo e loro hanno preso in mano il pallino del gioco, siamo stati bravi perché abbiamo sfruttato un’azione importante e l’abbiamo portata a termine. Alla fine hanno provato a trovare il pareggio con le palle lunghe per Djuric. Pensiamo già a sabato“.

Ciciretti ha poi proseguito: “Avevamo già dimostrato contro il Vicenza sabato di non morire mai. Anche se avevamo fatto una partita non da Benevento. Oggi siamo stati bravi a recuperare la partita, nonostante il calo della ripresa, dove loro hanno preso campo. Siamo stati bravi a soffrire, questa è la nostra peculiarità. Dobbiamo fare i complimenti anche a Cragno e a tutta la difesa. La mia posizione in qualsiasi modulo è indifferente, gioco sempre da esterno. Oggi avevo anche l’accompagnamento di Gyamfi sulla fascia e l’inserimento della mezz’ala. Non ho potuto fraseggiare con Pippo Falco perché era lontano, ma più o meno era simile. Nazionale? No, è stato solo uno stage, sono contento della chiamata ma parlare di convocazione di Ventura mi sembra esagerato”.

Sull’obiettivo stagionale: “Prima raggiungiamo la salvezza e poi vediamo che succede”.

Il derby con l’Avellino: “I derby sono sempre belli da giocare, dobbiamo dare qualcosa in più perché i tifosi ci tengono. In settimana prepareremo al meglio questa partita”.

Potrebbe interessarti:

Le dichiarazioni di Baroni dopo Benevento – Cesena

About Sanji 1536 Articoli
Si dice che Dio crei le pietanze e il diavolo ci metta le spezie... ma forse questo piatto era un po' troppo piccante per te.