Brescia-Perugia 2-2, Bisoli: “Io non mollo”

Il Mister biancorosso non demorde e, anche se beffato dal risultato maturato a tempo scaduto, continua a credere nel suo Perugia: “Siamo stati molto sfortunati, ma allo stesso tempo ingenui, sono orgoglioso del modo con cui i ragazzi hanno affrontato la partita” e continua: “Io non dico addio ai nostri sogni, perché ancora a disposizione abbiamo 21 punti e bisogna dare il massimo per conquistarli.

L’allenatore dei grifoni difende a spada tratta il suo numero 1: “Rosati non ha fatto una parata per tutta la partita, allo stesso tempo è anche lecito concedere alle altre squadre di crossare, soprattutto al Brescia, che in casa era riuscita a battere Cagliari e Crotone. Meritavamo di vincere, soprattutto perché la partita era finita e a tempo scaduto si possono tirare solamente i rigori.

Bisoli è fiero dei suoi ragazzi, che anche in condizioni precarie hanno dato tutto in campo:” Abbiamo perso la concentrazione dopo un errore, ma tutti hanno dimostrato di essere gruppo. Devo complimentarmi con coloro che oggi rientravano, perché hanno stretto i denti e hanno dato una mano alla squadra. Sono contento anche per il gioco Mancini e Zebli, due giovani che saranno il futuro del Perugia.

Anche se non è ancora tempo di bilancio il tecnico dei grifoni si prende le sue responsabilità: “Ho qualche rimpianto, ma so che senza tutti i problemi avuti durante la stagione, ora saremmo qui a parlare di altro.

Potrebbe interessarti:

About Eleonora Ciaffoloni 351 Articoli
Vive a Perugia, ma studia presso la facoltà di Scienze Politiche e relazioni internazionali dell'Università di Siena. Appassionata di letteratura, sport e grande sostenitrice del Perugia Calcio.