Brocchi Allenatore Milan, Galliani: “Scelta condivisa con Berlusconi”

In occasione della conferenza stampa di presentazione di Christian Brocchi, nuovo responsabile della Prima Squadra dell’A.C. Milan, è intervenuto ai microfoni della stampa l’ad rossonero Adriano Galliani, che ha motivato così la scelta di cambiare guida tecnica a 6 giornate dal termine: “Problemi nello spogliatoio? No assolutamente, i ragazzi sono sempre stati al fianco di Sinisa, perché lui era uno tosto ma era anche bravo a livello umano. Gli errori li commetto anche io, ne ho commessi tanti in questi 30 anni, ma nel calcio le colpe vanno sempre divise tra società, allenatori e calciatori”.

Era proprio l’ora di cambiare? “Bisognava dare una svolta, una scossa a questa squadra, apparsa fuori fase nell’ultimo periodo. Oltre ad aver fatto solo due punti nelle ultime cinque partite, non abbiamo visto mai la squadra giocare un bel calcio e questa è una cosa che conta molto qui al Milan. Berlusconi? Lui si lamenta quando la squadra non gioca bene, non quando perde. Era molto dispiaciuto per le ultime prestazioni, la nostra è una scelta condivisa al cento per cento”.

La conferma di Brocchi dipenderà naturalmente da gioco e risultati: “Abbiamo scelto Christian perché ha dimostrato di avere del talento e delle qualità, in particolare dal punto di vista di gioco. Vogliamo che i ragazzi si esprimano al meglio e raggiungano gli obiettivi prefissati attraverso il bel gioco. La Coppa Italia? E’ troppo importante per noi, è una partita secca e abbiamo dimostrato di potercela giocare con la Juventus. Faremo di tutto per vincerla”.

Potrebbero interessarti:

Brocchi: “E’ l’occasione della vita”

About Pietro De Conciliis 538 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.