Chi È Pione Sisto: la perla nera danese (Talent Scout)

TALENT SCOUT: la rubrica di albarsport.com che vi parlerà dei migliori giovani talenti in giro per il mondo, quelli apparentemente sconosciuti ma che potrebbero presto salire alla ribalta.

Inauguriamo la rubrica Talent Scout di albarsport.com con un calciatore fuori dal comune. In una terra abitata da uomini dalla carnagione cadaverica e dai capelli biondi, la Danimarca, ecco lui, Pione Sisto, ragazzo di colore di ottime prospettive.

Ovviamente le origini di Sisto sono da rintracciare in altri paesi, non di certo la Scandinavia. Nato in Uganda il 4 febbraio 1995, genitori originari del Sudan del Sud, la famiglia si trasferisce in Danimarca quando lui è solo un pargolo, due mesi di vita. Una storia molto paricolare la sua. Inizia a dare due calci ad un pallone in tenera età, seguendo la forte volontà del padre, proveniente da un continente dove il calcio è ragione di vita.

La sua trafila nel calcio danese comincia nella compagine locale del Tjorring, dove gioca fin da bambino dall’età di cinque anni. Dieci anni dopo viene notato dal Midtjlland, uno dei club con la migliore academy della nazione, capace di sfornare talenti come Simon Kjaer. Dopo tre anni di trafila nelle giovanili, Sisto arriva in prima squadra nel 2013, a 18 anni. Debutta in prima squadra nella stagione 2012-2013, mettendo a referto dieci presenze tra campionato e coppa senza andare mai in rete. Ma le sue potenzialità si vedono fin da subito.

Trequartista sinistro molto rapido, abile nel dribbling e con una discreta propensione al gol, Sisto può giocare all’occorrenza anche da seconda punta. Basso di statura, 171 centimetri. Diventa titolare fisso del Midtjlland la stagione successiva, quando colleziona ben 29 presenze, condite da 9 gol e 3 assist. E per lui si aprono le porte della Nazionale Under 21 della Danimarca.

Molto divertente fu l’annuncio in conferenza stampa della sua convocazione, con l’incursione dei genitori e di altri amici di famiglia, che iniziarono a interpretare balli e canti sudanesi in sala. Il video, diventato popolare sul web, è tutto da vedere. Una gioia infinita per i genitori di Pione, visto ormai come uno dei migliori talenti della Danimarca. L’esordio è da favola: tripletta in amichevole.

Le sue stagioni al Midtjlland sono una migliore dell’altra, e in 90 presenze in tre anni riesce a segnare ben 20 gol, nonostante non sia propriamente un centravanti. Vince il campionato nel 2014-15, da protagonista assoluto con otto gol realizzati. Il momento più alto della sua carriera con la squadra danese lo trova in Europa League, quando segna due gol tra andata e ritorno contro il Manchester United, prima in casa e poi all’Old Trafford. Sono le reti che lo consegnano al calcio che conta europeo.

In estate diventa uomo di mercato, cercato da club italiani (Juventus e Napoli), spagnoli e inglesi. Alla fine la spunta il Celta Vigo, che lo acquisto per pochi milioni di euro. E in Spagna Sisto si fa valere. In otto presenze finora ha collezionato già due gol, uno dei quali al Barcellona nella clamorosa vittoria dei suoi contro il team di Luis Enrique. Non ci vorrà molto prima che la perla nera danese ritorni ad affollare le prime pagine dei quotidiani sportivi di calciomercato.

About Aldo Pio Feoli 32 Articoli
Studente di Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Salerno. Nato nel 1993 ad Avellino, esperto di Social Media, collabora per diversi portali online tra i quali AlBarSport.com e IlCiriaco.it. È SMOS dell'U.S. Avellino 1912 per la Lega di Serie B. Tifoso dell'Avellino Calcio e della Scandone.
Contact: Facebook