Conferenza Stampa Piloti, Raikkonen: “Ultimo Gp Cina? Decide Ecclestone”

Si è svolta, in mattinata, la conferenza stampa dei piloti alla vigilia del Gran Premio di Cina. Hanno parlato Kimi Raikkonen, Nico Hulkenberg, Kevin Magnussen, Valtteri Bottas e Marcus Ericsson, che hanno descritto la situazione all’interno delle rispettive scuderie e un tracciato tecnico come quello di Shangai.

Ecco le dichiarazioni rilasciate dai piloti:

Raikkonen: “Non abbiamo iniziato la stagione come ci aspettavamo, ma è ancora troppo presto per fare dei bilanci e bocciare la macchina di quest’anno. Abbiamo ancora fiducia nel pacchetto costruito, anche le prime due gare non sono andate bene. Bisogna lavorare ancora ma la velocità c’è, abbiamo un buon pacchetto che dobbiamo sfruttare al massimo. La macchina è migliorata rispetto alla scorsa stagione, in particolare nella guidabilità. Pioggia? Qui capita spesso, ma è successo anche in Australia. Se, nel corso delle libere non pioverà, mentre ci sarà pioggia nel corso delle qualifiche, le cose cambieranno. Qualora debba piovere, speriamo accada nel momento giusto, e a metà qualifiche. Ultimo Gran Premio in Cina? E’ Ecclestone a decidere, e noi andiamo dove vuole lui”.

Bottas: “Le prime due gare non sono state facili, siamo stati sfortunati. Gli altri sono sempre più vicini, ma ccercheremo di fare qualcosa di più. Durante la stagione, però, faranno la differenza gli sviluppi e gli aggiornamenti continui. Inoltre, credo che ogni weekend di gara possa insegnarci qualcosa su come funzionano le varie mescole: forse non siamo ancora stati in grado di sfruttare al meglio la nuova regola delle tre mescole a disposizione, ma faremo meglio in futuro”.

Ericsson: “In Bahrain abbiamo ottenuto un buon risultato, è stato un weekend incoraggiante, anche se alla fine non abbiamo fatto punti. Abbiamo buoni ricordi di questo gp dall’anno scorso, e questa pista può esserci più favorevole rispetto a quella del Bahrain. Credo che le McLaren siano ancora lontane da noi, ma siamo vicini alle Renault: il gruppo che ci sta davanti non dista molto”.

Hulkenberg: “Dietro la situazione è più equilibrata. Abbiamo avuto buoni segnali, ma comunque la sfida è ancora difficile. In più, abbiamo avuto problemi nel corso delle gare, prima l’ala ritta, poi le strategie. Dobbiamo ancora ccapire bene la scelta delle gomme. Sapevamo che gli aggiornamenti portati in Bahrain non avrebbero portati grandi cambiamenti: le altre scuderie sono vicine, e la competizione è dura”.

Magnussen: “La situazione, all’interno del team, è tranquilla. Il nostro punto debole sono sempre le qualifiche, siamo più competitivi in gara. Ora non so dire quali possano le reali aspettative della squadra: sapevamo che avremmo trovato difficoltà, volevamo ottenere dei punti, ma non ci siamo riusciti. Arriveranno dei nuovi pezzi, delle evoluzioni vedremo quanto migliorerà la macchina”.

Potrebbero interessarti:

L’ordine d’arrivo del Gp di Bahrain

L’analisi del Gp d’Australia