Diletta Leotta a B Magazine: “Serie B? Campionato emozionante”

Negli ultimi mesi Diletta Leotta è letteralmente entrata nei cuori e nelle case di tutti gli italiani e degli appassionati della Serie B, uno dei campionati più seguiti dagli abbonati al pacchetto “calcio” di Sky, grazie alla sua bellezza, alla sua competenza e alla sua capacità di rimanere sempre informata.

In un’intervista concessa a B Magazine, la conduttrice di Sky Sport 24 ha svelato alcuni suoi segreti e come è riuscita ad entrare nel mondo del giornalismo: “Ho imparato a gestire le emozioni e a saper stare in un mondo difficile come quello del giornalismo. Ho dovuto fare molti sacrifici, ma quando mi arrivò quella chiamata da Roma, da Sky, non potevo essere più felice. Nella mia Catania aveva fatto la mia gavetta, lavorando per i giornali locali, mentre a Sky mi occupavo inizialmente del meteo e di un programma chiamato Rds Academy”.

Cosa serve per fare il giornalista sportivo? “Essere sempre sul pezzo, sempre informati, essere consapevoli della moltitudine di insidie che nascondo questo mondo, ma anche degli stimoli che ti può dare e che personalmente mi continua a dare ogni giorno”.

La “nostra” Diletta ha naturalmente un occhio di riguardo per il campionato cadetto: “Ogni volta che andiamo in onda, insieme a Luca Marchegiani e Gianluca Di Marzio, mi accorgo del seguito che abbiamo e di quanti italiani tengano d’occhio questo campionato, imprevedibile come pochi e spettacolare fino all’ultima giornata. Lapadula? Nessuno lo conosceva all’inizio di questo campionato, ma è riuscito ad incidere tantissimo nel Pescara di Oddo, richiamando l’attenzione del ct del Perù e delle grandi del calcio italiano”.

Tanto lavoro ma anche un po’ di tempo libero da dedicare ai social e alla vita privata: “Lavoro diverse ore al giorno, quindi ho poco tempo da dedicare a me stessa. Quando posso mi limito a fare sport e mi occupo di tenere aggiornati social e altri mezzi di comunicazione, che giudico molto importanti perché ti permettono di rimanere in contatto con la gente costantemente e di regalargli anche alcuni dietro le quinte”.

Potrebbero interessarti:

Biglietti Perugia-Avellino: Info Biglietti

Serie B, gli Squalificati: 35a Giornata

About Pietro De Conciliis 552 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.