Germania-Italia 4-1, Zaza: “Bisogna lavorare tanto”

Prestazione da dimenticare quella odierna dell’Italia di Conte, schiacciata letteralmente dalla Germania Campione del Mondo e capitolata sotto i colpi di Kroos, Gotze, Hector e Ozil. Dopo una breve riunione negli spogliatoi, è toccato a Simone Zaza intervenire ai microfoni di Rai Sport per commentare il 4-1 dell’Allianz Arena e la deludente prestazione dell’undici azzurro: “Bruttissima gara, pessima prestazione, abbiamo fatto una figuraccia e spero non si verifichi mai più una partita del genere, perché quando indossi la maglia della Nazionale italiana non puoi permetterti certe prestazioni”.

Il pareggio con la Spagna ha condizionato probabilmente la gara in terra tedesca: “Non ci siamo montati la testa dopo il pareggio con la Spagna, perché sarebbe ridicolo, così come sarebbe da pazzi definirci brocchi al termine di una tale sconfitta. Dobbiamo credere in quello che facciamo e in quello che stiamo costruendo, c’è tanto da lavorare in vista dell’Europeo”.

I tedeschi non battevano la Nazionale italiana dal lontano ’95, ma nelle competizioni iridate sarà tutta un’altra storia: “A giugno non so come potrebbe finire, ma di certo quella di stasera non è e non deve essere la vera Italia. Nonostante fosse un’amichevole, fa male perdere così. Dobbiamo essere consapevoli dei nostri mezzi e non avere paura. Dobbiamo fare di più se vogliamo colmare la distanza con alcune Nazionali, in primis la Germania, perché hanno dimostrato di essere fortissimi sotto molti punti di vista”.

Problema modulo? “Credo che il modulo sia davvero relativo, è l’atteggiamento e l’approccio alla partita che contano. Quattro giorni fa abbiamo giocato con lo stesso modulo e abbiamo fatto una grande partita, stasera è andata male. Grinta, personalità e voglia di vincere, queste caratteristiche non devono mai mancare. Stanchezza? Ci può stare, ma all’Europeo dobbiamo giocare ogni quattro giorni quindi non abbiamo tempo per lamentarci”.

Potrebbero interessarti:

Conte: “Dobbiamo colmare un gap”

Montolivo: “Serata da dimenticare”

About Girolamo Zampa 1090 Articoli
Nasce a Prato nel 1990, frequenta la facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Firenze. Il calcio è da sempre la sua passione, ma gli piace rimanere informato anche su tutti gli altri sport.