Giovanili Juventus, Marotta: “Patrimonio italiano”

La Primavera della Juventus ha vinto, appena una settimana fa, il nono Torneo di Viareggio della sua storia, agganciando il Milan in testa a questa speciale graduatoria. I ragazzi di Grosso, però, non sono sazi di trofei e faranno di tutto per portare a casa anche la Coppa Italia di categoria, la cui finale andrà in scena questa sera allo “Stadium” di Torino.

L’amministratore delegato bianconero Beppe Marotta ha parlato degli ottimi risultati ottenuti dall’Under 19 bianconero ai microfoni di Jtv: “La Juventus ha sempre costituito, per il calcio italiano, un punto di riferimento per la valorizzazione dei giovani e i risultati conseguiti. Tutto questo è stato ottenuto grazie alla forza al club e allo Juventus Center, struttura di primo livello. Vogliamo continuare così perché il settore giovanile è un patrimonio della società”.

Marotta si è poi soffermato anche sui giovani girati in prestito a compagini meno blasonate, per permettere loro di fare esperienza: “In questa stagione ne abbiamo più di 70 tra estero e Italia. Abbiamo una struttura ad hoc, coordinata da Federico Cherubini, che tiene i rapporti con i club e i calciatori, e noi speriamo che alcuni di loro possano, in futuro, arrivare a vestire la maglia bianconera. Cerchiamo di ottenere questo obiettivo nonostante manchi la seconda squadra, che sarebbe ai nostri giovani la possibilità di fare esperienza ad un livello più importante della Primavera, ma dove la pressione è meno alta rispetto alla prima squadra. Credo sia uno strumento indispensabile e spero che in federazione lo capiscano quanto prima”.

Potrebbero interessarti:

Barzagli: “Col Milan possiamo chiudere il discorso”

Morata: “Occhio al Milan, non mi fido”