Gubitosa (Vicepresidente Avellino): “Credo ancora ai playoff”

Smaltita la delusione per la roboante sconfitta di Latina e dopo aver assistito alla conferenza stampa del ds De Vito, a parlare quest’oggi è stato il vicepresidente dell’Avellino Calcio, Michele Gubitosa, che, ai microfoni di IrpiniaNews, ha fatto il punto sulla situazione attuale della truppa allenata da Dario Marcolin: “Non è un periodo positivo, ma io credo ancora ai playoff, sarebbe stupido non farlo. Vincendo col Pescara chiuderemmo praticamente il discorso salvezza e andremmo a 5 punti proprio dagli abruzzesi, al momento ottavi in classifica e quindi ai margini della zona playoff”.

A inizio anno il patron Taccone aveva annunciato di voler centrare i playoff a tutti i costi, ma le cose sembra stiano andando in modo decisamente diverso: “La Serie B è un campionato equilibrato e incerto, quindi non vedo perché non possiamo sperare di raggiungerli anche noi. Dobbiamo essere bravi a trasformare la delusione di Latina in rabbia, perché solo così possiamo battere il Pescara e ritrovare la fiducia che avevamo tra novembre e dicembre. E’ un obiettivo difficile, ma dobbiamo crederci e rimetterci in scia, perché abbiamo giocatori in grado di lottare per determinati obiettivi”.

Stampa e tifosi hanno cominciato a parlare addirittura di stagione fallimentare: “Se non raggiungeremo i playoff dovremo essere consapevoli di aver centrato il nostro obiettivo primario, ovvero la permanenza in questa categoria. Non ho intenzione di sentire commenti stupidi riguardo ciò, non dimentichiamoci dove eravamo fino a qualche anno fa. I tifosi? Hanno il diritto di esprimere la loro opinione come e quando vogliono, perché le loro critiche vengono dal cuore e noi dobbiamo accettarle, oltre a prenderle seriamente in considerazione. Vogliamo regalargli delle soddisfazioni, ma avremo bisogno di loro fino all’ultima giornata”.

Potrebbero interessarti:

De Vito: “Volevamo i playoff”

Avellino-Pescara: Info Biglietti

About Girolamo Zampa 1023 Articoli
Nasce a Prato nel 1990, frequenta la facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Firenze. Il calcio è da sempre la sua passione, ma gli piace rimanere informato anche su tutti gli altri sport.