Higuain-Juve, Sarri: “Lo aspetto al San Paolo”

Maurizio Sarri esce allo scoperto e dice la sua sul trasferimento dell’estate, quello di Higuain alla Juve. Il tecnico toscano, in un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, non risparmia frecciatine al suo ex bomber, come già fatto da De Laurentiis. Dopo averlo coccolato la scorsa estate e convinto a rimanere a Napoli portandolo a battere il record di gol in un campionato di Serie A, Sarri è rimasto deluso dall’atteggiamento del Pipita: “Non parlo volentieri di lui. Ha fatto una scelta e mi ha dato molta amarezza perché mi aspettavo che facesse almeno una telefonata prima di iniziare le visite mediche. Sono però abbastanza vecchio per non meravigliarmi davanti a queste cose”.

 

Continuando a parlare di Higuain alla Juve, Sarri non nasconde che l’amarezza è tanta anche tra i suoi ex compagni di squadra: “Tutti si aspettavano un saluto ma i calciatori, rispetto a noi allenatori, assorbono più facilmente queste scelte. Per fortuna il campo aiuta a dimenticare più in fretta. Non ci piangiamo addosso: perdiamo il centravanti più forte del mondo ma siamo forti anche senza di lui, non ci possono essere alibi”.

Sarri non vuole sentire parlare di campionato già segnato dopo il passaggio di Higuain alla Juve: “Sulla carta loro sono favoritissimi e se vinceranno a mani basse avranno fatto il loro dovere. Io dico una cosa: avranno una gara difficile, quasi proibitiva il 2 aprile al San Paolo. Aspetto Higuain e tutta la Juve per quella gara, sarà la nostra partita della vita”.

Potrebbe interessarti: