Inter, Conferenza Stampa De Boer: “Voglio riportare il club nel posto che merita”

Dopo poche ore dall’addio di Roberto Mancini all’Inter, ecco la presentazione in conferenza stampa di Franck De Boer in nerazzurro, giunto per sostituire il tecnico di Jesi. Presente anche Micheal Bolingbroke, che presenta il nuovo allenatore nerazzurro, confermando le aspettative del club verso di lui, per riportare il club in cima al calcio europeo e raggiungere i migliori risultati possibili.

“Il gruppo Suning e Thohir parlano la stessa lingua: per me è molto importante che tutti vogliano riportare il club nel posto che merita. Sono felice di essere qui. La squadra deve credere nella nostra filosofia, speriamo di essere sulla strada giusta il più presto possibile”. Queste le prime parole da nerazzurro di Franck De Boer.

“Mi hanno contattato 2 settimane fa, mi hanno contattato dopo il Tottenham, mi hanno chiesto se ero disponibile e io non ci ho pensato due volte”. Questa la risposta alla domanda circa il suo approdo. De Boer continua: “Qui adesso si gioca un calcio moderno, qualche anno fa le cose erano diverse, ora le cose sono migliori e la situazione si è sviluppata, le squadre sono molto migliorate. Io ho formato molti giovani, ma sono convinto che sarò in grado di poter allenare anche calciatori con più esperienza, che spesso capiscono subito. L’Inter è famosa per la sua squadra giovanile, per il suo settore giovanile, dovrò guardare anche le giovanili”.

Sulla Juventus: “Non c’è nulla di impossibile e imbattibile, a volte le cose cambiano. La Juve ha una grandissima squadra, hanno acquistato ottimi giocatori, ma il nostro obiettivo è quello di essere più vicini a loro, cercheremo di rendere a loro la vita più difficile possibile”. Sul modulo e sulla cessione possibile di Icardi: “Icardi è importante, resterà. Per quanto riguarda il modulo dobbiamo adattarsi molto rapidamente. Dobbiamo giocare con moduli diversi, se possiamo fare un 5-3-2, un 4-3-3, dobbiamo però credere in ciò che facciamo”.

Sulla presunta chiamata dal Milan: “Non c’è nulla di vero, non c’è stato nessun contatto con loro”. Sulla possibilità di portare calciatori dall’Ajax: “Ovviamente ci sono calciatori giovani e di grande talento, alcuni di loro magari giocheranno in Serie A, chi lo sa, magari anche nell’Inter, che potrebbe interessarsi a questi calciatori. Per ora però è meglio che giochino più partire altrove”.

Su Mancini: “Ha fatto cose fantastiche, anche in passato. Ma abbiamo comunque molto rispetto per lui e gli facciamo i migliori auguri”.

Potrebbe interessarti:

About Erika Vettori 130 Articoli
Nata a Pistoia, ho due passioni: i libri e l'Inter. Ragioniera per sbaglio, giornalista per professione, scrittrice per passione.