Io Penso Che… due Chiacchiere con Rino Scioscia – 25 luglio 2016

Secondo appuntamento con la rubrica “Io Penso Che… due chiacchiere con Rino Scioscia“. Di seguito l’analisi del direttore del Giornale dell’Irpinia dopo aver visto l’Avellino Calcio all’opera nella prima amichevole stagionale contro la Rappresentativa Sturno.

Prime indicazioni dopo la vittoria per 9-1 sullo Sturno. Toscano ha optato per il 3-4-3, il suo modulo di riferimento. Nella conferenza stampa post-partita ha dichiarato che l’alternativa sarà il 3-5-2. Cosa ne pensi?

Che Toscano, come suol dirsi, è uno che sa il fatto suo. Del resto sul sistema di gioco alternativo al 3-4-3, il tecnico reggino ci aveva già informato anche quando tenne la prima conferenza stampa al Partenio-Lombardi. Il 3-5-2 avvicina tantissimo Toscano, non solo nella mentalità, ma soprattutto nel modo di vedere e di fare calcio all’ex tecnico biancoverde Rastelli, che è stato nettamente, a mio avviso, il migliore trainer dell’Avellino negli ultimi 20 anni, e forse più.

Chi tra i nuovi acquisti ti ha destato una buona impressione?

Partendo dalla difesa, sicuramente Gonzalez, che posso definire, sin da adesso, un acquisto indovinatissimo, perché dà al pacchetto arretrato affidabilità, esperienza e personalità. Un uomo, insomma, che lo scorso anno mancava alla difesa biancoverde. Salto il centrocampo, che, in attesa che arrivi un uomo d’ordine e di esperienza (perchè al momento, Omeonga e Tassi mi sembrano un po’ troppo “sbarbatelli” per potersi assumere determinate responsabilità tecnico-tattiche), mi sembra la nota dolente di questa squadra. Per quel che concerne l’attacco, ho visto decisamente bene Bidaoui e Castaldo, che stanno già mostrando di voler cercare in fretta un’intesa. Un po’ meno brillante Verde, ma stiamo parlando della primissima uscita. Poi, benchè abbia giocato soltanto pochi minuti, anche perchè in pratica non ha ancora iniziato la propria preparazione, debbo spendere una parola per Camara: il suo arrivo ad Avellino offre un’alternativa di imprevedibilità, sia sul piano tecnico che tattico, al reparto offensivo dei Lupi.

Ecco, il centrocampo. Taccone dice che il mercato è chiuso, Toscano in conferenza stampa non si è sbilanciato ma ha lasciato intendere che un rinforzo serve. Che tipo di calciatore ti aspetti arriverà? Quale dei nomi fatti finori potrebbe essere quello giusto?

Sicuramente dovrà arrivare qualcuno, altrimenti il mercato biancoverde in entrata non sarà stato “esaustivo”, almeno per fare in modo che l’Avellino possa affrontare questo campionato senza alcun patema d’animo. Per quel che concerne la tipologia, credo che la società di Piazza Libertà debba individuare un elemento che sappia fare bene entrambe le fasi di gioco, con una particolare inclinazione per la proposizione. Ecco uno come il nazionale albanese Basha a me andrebbe benissimo.

Rino Scioscia (direttore responsabile Giornale dell’Irpinia)

Aldo Pio Feoli (albarsport.com e Avellino Sportiva)

About Rino Scioscia 38 Articoli
Giornalista per passione. Il suo primo pezzo sui Lupi uscì nel lontano 1975, sulle pagine del settimanale "Irpinia Sport". Successivamente ha collaborato con TeleAvellino nei primi anni ottanta. Diversi anni dopo sono arrivate le collaborazioni con "AvellinoFans", con Il "Corriere del Pallone", "TuttoLega Pro", "TuttoAvellino" e l'attuale "Giornale dell'irpinia", che ha fondato e dirige. Diverse anche le collaborazioni e le trasmissioni televisive cui ha partecipato in varie emittenti campane.Ha curato tre libri: "Avellino, un amore infinito", "I ragazzi del '72" e "Lupi per Sempre"
Contact: Facebook