Italia-Svezia, Buffon: “Non montiamoci la testa”

Dopo essersi lasciato andare al termine del big match tra Belgio e Italia, Gigi Buffon ha avuto il tempo di “resettare” il tutto e concentrarsi sulla seconda giornata del Girone E di Euro 2016, che vedrà di fronte la Nazionale allenata da Antonio Conte e la Svezia di Zlatan Ibrahimovic, reduce dal pareggio all’esordio contro l’Irlanda.

Intercettato dai microfoni di Sky Sport, alla vigilia della gara in programma a Tolosa, il numero uno azzurro ha descritto lo stato psico-fisico della rosa italiana dopo il successo di lunedì: “Anche prima di vincere lunedì eravamo consapevoli della nostra forza e delle nostre qualità. Sicuramente, pensando anche a quanto si diceva prima dell’inizio dell’Europeo, vincere contro il Belgio c’ha dato una grossa iniezione di fiducia e c’ha permesso di cominciare bene questo percorso. Domani ci aspetta una partita complicata, che va affrontata nel migliore dei modi e soprattutto con la consapevolezza che loro saranno quasi costretti a vincere per rimanere in corsa. Non possiamo montarci la testa dopo una sola vittoria”.

Come si ferma un fenomeno come Ibra? “E’ sicuramente un grosso vantaggio avere a disposizione un fuoriclasse assoluto quale è Ibra, soprattutto se puoi schierarlo in avanti e puoi mettere paura a tutte le difese del mondo. A livello tecnico lo conosciamo tutti, è inutile dire che è il loro giocatore più pericoloso e più rappresentativo, essendo anche il loro capitano, dovremo stare attenti ed essere concentrati in ogni momento del match”.

Potrebbero interessarti:

Conte: “Occhio a Ibra, ci saranno pochi cambi”

Italia-Svezia: Probabili Formazioni e Pronostico

About Pietro De Conciliis 601 Articoli
Nato il 26 dicembre 1996, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione (ramo Editoria) dell'Università degli Studi di Salerno (Fisciano). Aspirante giornalista e uno dei quattro amministratori di albarsport.com.