Italvolley femminile – Tokyo 2016: Azzurre ad un passo dalle Olimpiadi

Foto Federvolley Marika Torcivia

L’Italia di Del Core e compagne vede vicinissime le Olimpiadi. Nella notte italiana, infatti, ha affrontato anche lo scoglio della Repubblica Dominicana, infilando il terzo successo consecutivo con un sonoro 3-0 (25-22, 25-23, 25-23) che avvicina sempre di più le azzurre a Rio de Janeiro.

Bonitta cambia di nuovo formazione, sostituendo fin da subito Piccinini con Sylla, dopo la sua buonissima prestazione contro la Thailandia. In diagonale con la schiacciatrice della Foppapedretti c’è capitan Del Core, Orro in cabina di regia opposta a Ortolani, Guiggi e Chirichella al centro e De Gennaro libero. La Repubblica Dominicana scende in campo con Marte in palleggio, Rivera opposta, B.Martinez e Pena schiacciatrici, Vargas e J.Martinex come coppia di centrali e Castillo libero.

Il primo set inizia con una fiammata azzurra: Orro firma l’ace del 11-7, ma la Dominicana non si arrende e approfittando del fondamentale del muro che  fatica più del previsto trova la parità (12-12). Il finale del set vede le azzurre protagoniste con un parziale di 5-0: Del Core in attacco, Chirichella a muro e l’ace di Guiggi permettono al’Italia di fuggire via dalle avversarie e chiudere sul 25-22.

Nel secondo set c’è equilibrio in campo, fino al break italiano del 12-10 con un ace di Del Core, ma la Dominicana si affida a Martinez che trascina le sue al pareggio (18-18). Nel momento decisivo del parziale Sylla sale in cattedra: ferma Rivera (20-18) e piazza un attacco potente, poi Ortolani firma il +3 (22-19). Un buon lavoro della difesa permette alla Dominicana di avvicinarsi pericolosamente (23-22), ma Guiggi toglie le castagne dal fuoco (25-23).

Terzo parziale sempre combattuto e in equilibrio, fino all’errore di De La Cruz che consegna il +2 all’Italia (16-14). Danesi entra a sostituire Chirichella e piazza un muro importante sulla pipe di Martinez. Ortolani sbaglia due attacchi e regala il pareggio alle avversarie (17-17). L’italia difende bene con Del Core e De Gennaro, mentre Sylla e Ortolani sono due terminali di attacco efficaci (21-18). Qualche errore di troppo tra le fila azzurre complicano la strada verso la vittoria, l’Italia soffre fino al 24-23, quando Del Core spegne ogni velleità delle caraibiche piazzando la zampata decisiva (25-23).

Grande prova dell’infinta capitana Del Core, che ha chiuso l’incontro come MVP e top scorer con 15 punti a segno; bene anche Sylla, che è stata importante sia in ricezione che in attacco, chiudendo il match con 14 punti all’attivo, ma soprattutto è stata fondamentale nei momenti caldi del secondo e terzo set. Ortolani ha faticato a trovare il ritmo partita, ma nelle fasi più importanti del match ha risposto presente. Bene l’apporto di De Gennaro, Guiggi e Chirichella, Orro ha distribuito con lucidità i palloni a tutti i suoi attaccanti.

Domani (alle ore 3.00 in Italia) Del Core e compagne affronteranno il Perù, in una gara che sulla carta di presenta agevole e senza troppe preoccupazioni, ma le italiane dovranno essere brave a non abbassare la guardia contro un avversario che può rivelarsi ostico e sta giocando un buon torneo.

TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA

About Silvia Viola 47 Articoli
Laureata in scienze della comunicazione a Torino, anche se non ha ancora deciso cosa vuole fare da grande. Aspirante blogger, aspirante scrittrice, insomma, sempre con una penna in mano o davanti a una tastiera. La sua passione più grande è la pallavolo e ha deciso di passare da essere protagonista in campo a viverla attraverso le parole.