Juve Campione d’Italia 2016, Evra: “Allegri allenatore straordinario”

Straordinaria la rimonta della Juventus, partita con un handicap di 10 partite e in grado di collezionare, dopo la “famosa” sconfitta di Reggio Emilia con il Sassuolo, 24 successi in 25 gare, “inciampando” solo sul campo del Bologna, capace di fermare la truppa di Allegri sullo 0-0. A due giorni dai festeggiamenti Scudetto, è intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport uno degli uomini chiave di questa incredibile risalita, Patrice Evra, autore di uno dei discorsi che hanno cambiato la storia del campionato dei bianconeri e uno dei pochi ad aver acquisito negli anni una mentalità a dir poco “vincente”.

L’unica macchia di un’annata pressoché perfetta è senza dubbio l’eliminazione agli ottavi di finale della Champions League, dove la Vecchia Signora è capitolata tra le mura dell’Allianz Arena contro la corazzata Bayern Monaco: “Un vero peccato non essere riusciti ad andare oltre gli ottavi, perché quest’anno la squadra è mentalmente preparata a vincerla questa Coppa. Avendola sfiorata l’anno scorsa, perdendo solo in finale con il Barcellona, quest’anno le aspettative erano più alte e in noi c’era la consapevolezza di poter far bene anche a livello europeo, contro qualsiasi avversario. Il calcio però è così, noi a Monaco abbiamo giocato una partita straordinaria e abbiamo perso solo ai supplementari contro una delle favorite. Ci vuole anche un pizzico di fortuna”.

Fondamentale è stato anche l’apporto di Massimiliano Allegri, tecnico tanto criticato al suo arrivo quanto osannato al termine della scorsa stagione e nel corso di questo campionato: “Allegri mi ha veramente sorpreso, un allenatore così non l’avevo mai incontrato. E’ bravissimo a farti capire subito cosa vuole, parlando chiaramente e trasmettendoti immediatamente la sua idea di calcio e di gioco. Capii quanto era importante avere al nostro fianco Allegri a Dortmund, quando vincemmo 3-0, perché la squadra applicò in campo tutti, ma proprio tutti, gli schemi e i movimenti provati in allenamento dal mister. Non mi era mai successo, ma in Germania vincemmo per merito suo”.

Potrebbero interessarti:

Evra: “Ecco cosa ha detto nello spogliatoio dopo Sassuolo”

Ecco come acquistare le maglie celebrative della Juventus

About Pietro De Conciliis 578 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.