Juve Campione d’Italia 2016, Lichtsteiner: “Champions grande rimpianto”

Dopo aver festeggiato alla grande il quinto scudetto consecutivo, la Juventus è tornata a lavoro in vista della penultima sfida casalinga della stagione, in cui la squadra di Allegri farà di tutto per allungare la straordinaria striscia di risultati positivi e, soprattutto, battere un Carpi bisognoso di punti salvezza.

Prima dell’allenamento pomeridiano, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport l’esterno destro bianconero Stephan Lichtsteiner, che ha descritto le emozioni provate in questi mesi e il clima di euforia che si respira a Vinovo sin dalla giornata di lunedì: “La vittoria di Firenze c’ha permesso di mettere in cassaforte lo Scudetto, perchè avendo già vinto a San Siro non avremmo avuto più scontri diretti nelle ultime tre partite. Però abbiamo imparato a guardarci anche alle spalle e soprattutto abbiamo visto tutti la grande stagione del Napoli, che non ha mai mollato e ha ceduto solo nell’ultimo mese, quindi abbiamo aspettato fino all’ultimo la matematica”.

La Coppa Italia è un obiettivo decisamente alla portata, ma il rimpianto più grande non può che essere la Champions League: “Rosico ancora per la sconfitta di Monaco, non meritavamo di uscire dopo quella prestazione. Ci siamo fatti del male da soli, ma questo è il calcio e anche le sconfitte vanno accettate sportivamente. La squadra ha una grande mentalità, quindi speriamo di rifarci già l’anno prossimo”.

La festa Scudetto ha svelato lati “sconosciuti” di alcuni giocatori: “Lunedì abbiamo bevuto e ci siamo diverti tanto, l’avete visto tutti. La caduta di Pogba ha fatto ridere tutti, così come i gavettoni di Zaza e Morata. Eravamo tutti felici ed era giusto festeggiare uno scudetto così sofferto ed importante, ma soprattutto storico”.

About Pietro De Conciliis 577 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.