Juve Campione d’Italia, Marotta: “Grande squadra, società forte”

La Juventus è Campione d’Italia per la trentaquattresima volta, al termine di un’annata straordinaria, ricca di emozioni e risultati straordinari. Terminata la festa negli spogliatoi dello Juventus Center, è intervenuto ai microfoni di JTV Beppe Marotta, che ha commentato così la stagione 2015-16: “Dopo l’inizio deficitario nessuno avrebbe mai puntato qualcosa sulla vittoria finale della Juventus. Questa società, però, deve sempre provare ad arrivare in fondo ad ogni obiettivo, quindi la squadra, accompagnata da una società forte, si è messa al lavoro e ha collezionato una serie di vittorie incredibile, o meglio, storica”.

Una dirigenza competente, coraggiosa e in grado di pescare 10 giocatori nuovi nell’ultima estate: “Voglio ringraziare tutti quelli che lavorano per la società Juventus, a partire da coloro che mi sono più vicini, Fabio Paratici e Pavel Nedved, sino ad arrivare a tutti i miei collaboratori e ai 400 dipendenti che lavorano per e con la Juve. Dietro una squadra di solito si nasconde una dirigenza forte, e la Juventus ce l’ha, ve lo posso garantire. Credo sia la prima volta che un presidente giovane come Andrea Agnelli riesca a costruire un progetto tale e, soprattutto, riesca a vincere così tanto in così poco tempo”.

Infine, Marotta ha ricordato Andrea Fortunato, scomparso esattamente 21 anni fa: “Sono molto legato a questo ragazzo, perché lui crebbe nelle giovanili del Como quando io ero il direttore generale dei lariani. Ero molto giovane anche io, ma ricordo bene le sue qualità di giocatore ma soprattutto i valori che portava dentro di sé, e che portò anche al suo arrivo alla Juve per 2 miliardi e mezzo delle vecchie lire. Un abbraccio alla famiglia, la Juventus non dimenticherà mai campioni e uomini del suo calibro”.

Potrebbero interessarti:

La festa della Juventus a Vinovo (Video)

Allegri: “Stagione incredibile, ringrazio i ragazzi”

About Pietro De Conciliis 590 Articoli
Nato il 26 dicembre 1996, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione (ramo Editoria) dell'Università degli Studi di Salerno (Fisciano). Aspirante giornalista e uno dei quattro amministratori di albarsport.com.