Juventus-Cagliari, Allegri: “Bonucci e Khedira non giocano”

Alla vigilia del primo turno infrasettimanale della stagione, Massimiliano Allegri ha presentato in conferenza stampa la delicatissima sfida con il Cagliari, 48 ore dopo la bruciante sconfitta di San Siro con l’Inter: “Domani sarà una partita importante per noi, perchè dobbiamo immediatamente tornare a vincere e dimenticare la brutta prestazione di San Siro, la più brutta degli ultimi 30 a livello tecnico”.

Dubbi di formazione ancora da sciogliere: Bonucci deve lavorare e lascerà spazio a Rugani, mentre Khedira riposerà sicuramente perchè erano tanti anni che non giocava 7 partite consecutive. Domani potrebbe giocare uno tra Cuadrado, Dani Alves e Alex Sandro nel ruolo di mezzala, senza dimenticare un giocatore come Hernanes, molto importante per noi l’anno scorso e troppe volte fischiato qui allo Stadium. Bisogna aiutare un ragazzo serio come lui e metterlo a suo agio quando gioca soprattutto davanti ai nostri tifosi”.

Tengono banco le questioni legate alle posizioni di Pjanic e Dybala: “Tutti dicono che Mire non può giocare regista, ma nella Bosnia gioca nei due davanti alla difesa nel 4-2-3-1, impostando l’azione e dettando i ritmi del gioco, quindi non sono io a metterlo fuori posizione. Pjanic è bravissimo nell’inserirsi e vicino all’area di rigore, ecco perchè è bravo a fare soprattutto la mezzala, ma ciò non significa che un giocatore come lui non possa fare il regista. Dybala? La sua posizione è la stessa dell’anno scorso nonostante possa sembrare che giochi più dietro. In questo momento sta solo tirando meno in porta e quindi tutti dicono che non gioca vicino all’area di rigore, ma è un ragazzo che conosce le sue qualità e farà benissimo anche quest’anno”.

Con l’Inter la difesa bianconera ha incassato l’ennesimo gol su palla inattiva: “Dobbiamo essere più attenti e concentrati, non sottovalutando nessun avversario e giocando con la cattiveria che ha contraddistinto questa Juve negli ultimi anni. Siamo consapevoli di essere una squadra forte ma questo non significa che vinceremo senza giocare, domenica ne abbiamo avuto la dimostrazione. Il Cagliari? E’ una formazione che riparte velocemente e con giocatori molto offensivi, quindi non sarà sicuramente una gara facile, visto che vengono anche da una bella vittoria con l’Atalanta”.

Potrebbero interessarti:

Alex Sandro: “Dobbiamo reagire, Inter brutto passo falso”

Juventus-Cagliari: Probabili Formazioni e Pronostico

About Pietro De Conciliis 514 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.