Juventus Campione d’Italia 2016: Festa a Vinovo (Video)

Ora è ufficiale: la Juventus è Campione d’Italia 2015-16 con tre giornate d’anticipo. Per la Vecchia Signora si tratta del trentaquattresimo Scudetto della sua storia, trentaduesimo se consideriamo i due revocati dalla Figc dopo il caso Calciopoli, ma soprattutto stiamo parlando del quinto tricolore consecutivo, dopo i tre dell’era Conte e il primo con Massimiliano Allegri sulla panchina bianconera.

Una stagione incredibile quella disputata da Buffon e compagni, capaci di rimontare addirittura dalla quattordicesima posizione, superare due avversari attrezzati come Napoli e Roma, e di vincere 24 delle ultime 25 gare giocate, pareggiando soltanto contro il Bologna di Donadoni. Il match che ha cambiato l’annata juventina è stato senza dubbio quello di Reggio Emilia, dove la Juve perse di misura con il Sassuolo di Di Francesco, incassando la quarta sconfitta nelle prime 10 giornate, dopo quelle maturate contro Udinese, allo “Stadium”, Roma e Napoli, in trasferta all'”Olimpico” e al “San Paolo”.

I senatori, allora, decidono di intervenire e di scuotere l’intero gruppo, nella speranza di ritrovare quelle motivazioni che avevano contraddistinto i Campioni d’Italia nel corso della stagione 2014-15, durante la quale i ragazzi di Allegri portarono a casa i due trofei nazionali, Scudetto e Coppa Italia, sfiorando persino il Triplete, perdendo in finale di Champions League contro gli “alieni” del Barcellona a Berlino. Le parole di due veterani come Buffon ed Evra colpiscono nel profondo dell’animo tutti i componenti della rosa e il gol di Cuadrado nel derby con il Torino lancia Madama verso le prime della classe.

Quel che è certo è che una rimonta tale non si era mai verificata: la Juventus ha abbattuto tutte le statistiche e tutti i record esistenti, meritando di vincere il suo quinto titolo consecutivo.

Potrebbero interessarti:

Buffon: “E’ lo Scudetto più bello”

Allegri: “A Firenze non era facile”

About Pietro De Conciliis 570 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.