Juventus-Fiorentina, Allegri: “Scudetto? Abbiamo tre rivali”

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della prima partita di campionato tra Juventus e Fiorentina, in programma domani sera allo “Stadium” di Torino: “Pjanic? Lo valuterò oggi, mentre Evra sarà a disposizione. Anche quest’anno sono arrivati 5 giocatori nuovi, lavoriamo insieme soltanto da 17 giorni. Ci vorrà del tempo”.

Un avversario decisamente ostico all’esordio: “La Fiorentina è una squadra molto tecnica, che non ha cambiato nessuno, non sarà una partita facile. La formazione? Ci sono 2 squadre: una sta bene, l’altra meno. Ho già scelto 7 giocatori su 10. A centrocampo ne ho solo 5 a disposizione, Khedira, Asamoah, Hernanes, Lemina e Pjanic. Un’alternativa potrebbe essere Alex Sandro mezz’ala. In attacco gioca Dybala”.

Alla Juve “vincere è l’unica cosa che conta”. Con una rosa così trionfare in Italia è d’obbligo, ma il tecnico livornese non vuole cali di concentrazione: “Non c’è niente di facile, soprattutto nel calcio. Sono arrivati grandi giocatori come Pjanic, Daniel Alves, Higuain, Pjaca e Benatia. Il nostro primo obiettivo è quello di arrivare a marzo in lotta su tre fronti. Ogni anno l’asticella si alza sempre di più. L’anno scorso siamo arrivati al 7 giugno a giocarci una finale, con la Supercoppa 2 mesi dopo. Quest’anno abbiamo avuto 40 giorni, il tempo giusto per preparare la stagione. Chi è arrivato ad agosto ha meno carico nelle gambe. Meglio avere molti infortunati vincendo, che il contrario. Ciò che conta è arrivare in fondo e vincere”.

Una battuta sulla partenza di Paul Pogba: “Non l’ho sentito. Forse è andato via perché l’ho battuto a basket. Avevamo un ottimo rapporto come ce l’ho con tutti i giocatori”.

“Siamo una squadra diversa, né più forte né più debole. Ci sono stati diversi innesti che si integreranno durante il campionato. Higuain? Si è allenato molto, non è arrivato nelle migliori condizioni, ma si sta allenando bene. Khedira è arrivato il 5 agosto, non fa vedere il suo ritardo di condizione grazie al suo spessore. Pjaca? Lo vedo come esterno o interno di metà campo. Può anche fare il trequartista dietro 2 punte. Cuadrado? Non parlo di mercato, ci pensa la società”.

Per lo Scudetto è corsa a 4 secondo Allegri: “Il Napoli ha perso Higuain ma si è rinforzato molto soprattutto a centrocampo, mentre la Roma ha cambiato alcuni giocatori in difesa, rinforzandosi con l’esperienza di Vermaelen e i centimetri di Fazio. Non dimentichiamo l’Inter, che ha preso ottimi giocatori come Banega e Candreva, e un allenatore tutto da scoprire”.

JUVENTUS-FIORENTINA: PROBABILI FORMAZIONI