Juventus News, Mandzukic: “Mercato? Resto a Torino”

Mario Mandzukic è stato uno dei protagonisti della straordinaria rimonta compiuta dalla Juventus di Allegri, con i suoi 10 gol realizzati, senza dimenticare il sacrificio e l’attaccamento alla maglia dimostrato in campo, in ogni partita.

Il croato, a poche ore da Verona-Juventus, ha parlato ai microfoni di Tuttosport dello scudetto appena conquistato: “Non ho avuto un inizio semplice, perché, per la prima volta nella mia carriera, ho avuto problemi fisici e mi confrontavo con il campionato italiano, per me nuovo. A questo si deve aggiungere il fatto che eravamo 10 giocatori nuovi, c’è voluto tempo per ambientarsi e perché la squadra si compattasse. La svolta c’è stata dopo la sconfitta in casa del Sassuolo: nel post partita ci siamo guardati negli occhi e confrontati. In quel momento ho realizzato che questo era un gruppo che aveva carattere e che avremmo fatto un grande campionato”.

Il numero 17 bianconero ha poi continuato: “Sono rimasto impressionato dall’organizzazione del club: nel momento di crisi di inizio stagione, tutti, dirigenti e staff, si sono stretti intorno alla squadra. Io conoscevo il blasone della società e la sua storia, ma quando ne fai parte capisci la mentalità. Sono contento di aver dimostrato che posso essere importante per questa squadra”.

Il rapporto con Massimiliano Allegri è stato buono fin dall’inizio: “Mi ha aiutato molto, è stato lui a volermi alla Juve, e  mi è stato vicino quando ero infortunato. Simeone è un gladiatore, Allegri è uno tosto, ha carattere e idee chiare, e i risultati sono dalla sua parte”.

Il croato ha parlato anche del suo futuro: “Voglio restare qui: sono felice e l’anno prossimo possiamo fare meglio di quanto fatto quest’anno. Cavani? L’importante è mantenere questo gruppo e inserire qualche campione: così possiamo lottare per la Champions. Del mercato deve occuparsene la dirigenza”.

Se Mandzukic rimarrà, c’è sempre il punto di domanda su Pogba: “Ho visto tanti centrocampisti nel corso della mia carriera, ma nessuno del livello di Paul per età, qualità e potenziale. Sarà uno dei migliori. Gli ho detto che, secondo me, deve rimanere ancora per qualche anno per fare il salto di qualità definitivo”.

Potrebbero interessarti:

Verona-Juventus, Allegri: ”Mercato? Servono giocatori di qualità”

Juventus News, Raiola: ”Pogba-Chelsea? Non si muove”