Juventus-Palermo, Allegri: “Dybala gioca? Non so”

Foto Allegri allenatore Juventus

Dopo aver conquistato la ventunesima vittoria nelle ultime ventidue partite, la Juventus si prepara ad ospitare un Palermo in crisi di prestazioni e risultati. Alla vigilia del match in programma allo “Stadium”, ha parlato in conferenza stampa Massimiliano Allegri, che ha innanzitutto aggiornato stampa e tifosi sulle condizioni di Paulo Dybala: “Paulo sta bene ma torna comunque da un infortunio muscolare. Non ho Zaza perché squalificato, quindi devo decidere se farlo partire dal primo minuto e farlo entrare a partita in corso. Morata è in gran forma così come Mandzukic, deciderò solo domattina”.

Napoli a -6, ma la strada è ancora lunga: “I ragazzi devono essere concentrati esclusivamente sul Palermo, perché è una partita difficile, contro una squadra che deve riscattarsi e ha bisogno di punti importanti per la salvezza. Il Napoli è a soli 6 punti di distanza e quindi dovremo lottare fino a quando la matematica non ci darà ragione. Abbiamo l’esempio del Barcellona, eliminato dalla Champions nonostante fosse la favorita e ora con soli 3 punti di vantaggio sull’Atletico in campionato, quando fino a poco tempo fa ne aveva ben 10”.

Dubbi di formazione legati alle corsie esterne: “Cuadrado potrebbe essere importante per aggirare la difesa sull’esterno, ma è importante anche Stephan, perché dà sempre tutto e corre sempre in aiuto dei compagni, sia in fase difensiva che offensiva. Il Palermo proverà a pressarci sin dalle prime battute non avendo grandi contropiedisti, ma dovremo essere bravi ad avere pazienza e a colpirli quando caleranno dal punto di vista fisico”.

Potrebbero interessarti:

Ballardini: “Non dobbiamo pensare alla Juve”

Cuadrado: “Buffon valore aggiunto, Allegri grande motivatore”

About Pietro De Conciliis 554 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.