Juventus-Palermo, Ballardini: “Spazio ai giovani”

Settimana tormentata in casa Palermo, l’ennesima di una stagione a dir poco travagliata, condita da ben undici cambi in panchina. Esonerato Walter Novellino, torna a guidare i rosanero mister Ballardini, chiamato a dare una scossa alla squadra e a un’impresa tra le mura dello “Stadium” di Torino, dove affronterà la Juventus di Massimiliano Allegri, capolista con 6 punti di vantaggio sul Napoli.

Alla vigilia del match, il tecnico dei siciliani ha presentato così la gara in conferenza stampa: “Domani non dobbiamo pensare alla Juventus e alla loro forza, perché altrimenti giocheremmo impauriti e troppo prudenti. Voglio una squadra che gestisca nel miglior modo possibile il possesso palla, che riesca a mettere in difficoltà anche una corazzata come la Juve. Questo gruppo ha delle qualità non indifferenti e a partire da domani dovrà dimostrarlo”.

Dubbi di formazione per l’ex allenatore del Cagliari: “A sorprendermi durante gli allenamenti sono stati Balogh e Bentivegna, due ragazzi giovani ma non per questo meno seri dei giocatori più esperti presenti in rosa. Goldaniga? Ha recuperato ed è a disposizione. Brugman penso abbia delle qualità importanti, ma posso contare anche su giocatori tecnici e intelligenti come Jajalo, Hiljemark e Chochev. L’attacco? Abbiamo un bomber esperto come Gilardino, ma non dimentichiamoci che abbiamo anche giovani promettenti come Trajkovski e Djurdjevic, che hanno spesso ben figurato in partita”.

Ballardini, infine, non dimentica il popolo palermitano: “La gente non merita tutto ciò, noi dobbiamo pensare a questo. Dobbiamo capire che per i palermitani questa maglia vale tantissimo, è la loro ragione di vita, quindi noi abbiamo il dovere di dare sempre tutto. L’impegno non mancherà mai, ve lo assicuro”.

Potrebbero interessarti:

Juventus-Palermo, ecco l’arbitro

Hernanes verso la Cina: la situazione

About Pietro De Conciliis 578 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.