Khedira a Uefa.com: “Obiettivo Champions, Stadium fantastico”

Centrocampista tedesco che si è preso sulle spalle la Juventus dopo una stagione piena di infortuni. Perno e faro del centrocampo bianconero, del quale Allegri non può privarsene. Sami Khedira vuole centrare il bersaglio grosso, la vittoria della Champions League: “Dopo il Real Madrid voglio riportarla anche qui. Servirà un pizzico di fortuna, ci sono almeno otto squadre attrezzate per la vittoria finale. Io credo nella mia squadra e nei miei compagni, siamo consapevoli che bisognerà lavorare duramente e sodo, ma ho fiducia”. 

Un pensiero all’eliminazione beffarda dello scorso anno: “Purtroppo alla fine siamo stati eliminati, ci avevamo messo tutta la nostra volontà e il nostro impegno. Una volta va in una maniera, un’altra in un altro modo. La nostra arma in più è lo Stadium”.

L’ex Real Madrid parla della sua prima nel nuovo stadio bianconero“Prima di arrivare alla Juve c’ero stato da spettatore. Ma poi quando scendi in campo e soprattutto pensi che sono solo 40mila spettatori, è spaventoso. Ci spingono tanto, ci danno euforia. La rimonta contro il Bayen quando eravamo sotto di 2-0 e la vittoria contro il Napoli la dobbiamo a loro”.

Quando scelse la Juventus ci furono mille scetticismi su di lui per la sua scelta, ma lui chiarisce: “Dopo cinque anni al Real Madrid mi ritrovai davanti ad un bivio. Rinnovare e chiudere la carriera a Madrida dato che avevo 28 anni, oppure cercare una nuova sfida? Quando mia ha chiamato la Juve non ci ho pensato due volte. Era la giusta destinazione per me, nuovo posto, nuova cultura e potevo giocare nel mio ruolo preferito. All’inizio ho trovato un po’ di difficoltà ad ambientarmi perché il campionato italiano è diverso da tutti gli altri”.

Il centrocampista della Germania campione del mondo rivela tutti i retroscena del suo passaggio, le sue prime impressioni al suo arrivo. Chissà se riuscirà nell’obiettivo di riportare a Torino un trofeo che manca dal 1996.

Potrebbero interessarti:

Allegri: “Voglio il primo posto nel girone, Dybala…”

Marchisio: “Sto meglio, mese importante per i nostri obiettivi”

About Alessio Capone 193 Articoli
È uno studente di sociologia dell'Università degli studi di Salerno. Ammiratore dello sport, ma appassionato di calcio sogna di diventare un giornalista sportivo.
Contact: Facebook