Lanciano-Avellino, Tesser: “Rinnovo? Penso a fare bene”

Con Attilio Tesser tornato sulla panchina dell’Avellino a un mese dall’esonero, i Lupi hanno ritrovato il pareggio dopo quattro partite più che negative. Alla squadra biancoverde serve assolutamente la vittoria per agguantare la salvezza e Tesser avrà il compito di trovarla nella partita contro il Lanciano, in programma domani alle ore 15.00 allo stadio “Guido Biondi”.

Alla vigilia del match, mister Tesser si è espresso prima di tutto riguardo al grande impegno che metterà insieme alla squadra in questo rush finale del campionato «Verso la fine del campionato tutti i punti pesano il doppio, soprattutto quando si tratta di squadre che sono dietro di noi. Dobbiamo fare una partita in fiducia facendoci trovare pronti e presenti, credendo soprattutto nei nostri mezzi e metterci grandissima concentrazione».

Per quanto riguarda le tante assenze che condizioneranno le scelte per la trasferta di Lanciano, il mister di Montebelluna si è espresso così: «Arini e Jiday rientrano da infortuni, ma non abbiamo alibi. I 13 – 14 arruolabili al 100% devono giocare da Avellino dimostrando attaccamento alla maglia. Dobbiamo tornare da Lanciano con un risultato positivo. Arini dopo l’infortunio di Cesena a dicembre si sta trascinando un problema di condizione. E’ uno che non si tra indietro, un giocatore di grande sacrificio, sarà della partita come Jidayi. Avrei preferito inserire quest’ultimo per necessità ma siamo in pochi».

Out anche Tavano: «Ha avuto un piccolo risentimento e non è recuperabile. In avanti gioco-forza ci saranno Mokulu – Joao Silva. Il portoghese si è impegnato a Vercelli, farà la seconda punta, è un ruolo che può e sa fare. Con loro giocherà anche Insigne che per 60 minuti ha giocato bene, ha fatto quello che gli ho chiesto. Domani dovrà dare un occhio a Bacinovic, lo farà e non ci sarà alcun stravolgimento tattico». Non ci sarà quindi Castaldo, il cui scontro contro di gioco durante la partita contro il Trapani ha causato un ematoma all’orecchio destro, accompagnato da otite acuta, sfociando in una sensazione di stordimento e in giramenti di testa che gli hanno impedito di allenarsi.

«Biraschi potrebbe giocare a destra, a parte con il Cagliari ha sempre fatto bene in quel ruolo. Lo provo, ne parlerò con lui, un difensore centrale in alcune occasioni si possono mettere a fare i laterali. Non è un fuori ruolo. Sbaffo non si è allenato in questi ultimi giorni parte con noi. Bastien aveva un grosso affaticamento, ha fatto solo due giorni di allenamento e quindi verrà in panchina. Sono sicuro che può giocare ai migliori livelli per mezz’ora o un tempo».

Sull’avversario di domani il tecnico biancoverde ha affermato: «Tutti pensavano che il Lanciano andasse allo sbando dopo il mercato di gennaio. Ferrari, Marilungo, Vastola, Amenta, hanno saputo cementare il gruppo e stanno facendo un ottimo lavoro. Guai a mollare di un attimo la concentrazione e pensare che sia una partita facile. E’ una squadra che gioca un calcio veloce e dinamico. Ha trovato un giocatore come Di Francesco su cui c’è mezza serie A. Il pareggio di Cagliari gli sta molto stretto».

Tesser ha poi aperto una piccola parentesi sulla questione rinnovo: «Ho fatto il mio lavoro con impegno e serietà e l’unico riferimento che ho in questo momento sono le 30 ore da adesso a Lanciano. Non ho mai fatto progetti a lungo raggio, senza ipocrisia penso a far bene e impegnarmi. Abbiamo un solo pensiero, fare punti, sempre, ovunque, comunque. Non facciamo calcoli sulla quota salvezza perché ci sono troppi fattori che incidono nel finale di campionato».

Potrebbe interessarti anche:

About Antonia De Falco 57 Articoli
Classe '96. Laureanda in Scienze della Comunicazione, appassionata di giornalismo, viaggi e da sempre grande amante di calcio e dell'Irpinia.