Latina-Avellino, Marcolin: “Bastien e Tavano non giocano”

Alla vigilia di Latina-Avellino, sfida valevole per la tredicesima giornata del girone di ritorno di Serie B, ha parlato in conferenza stampa l’allenatore dei lupi Dario Marcolin, che ha presentato così la delicatissima gara del “Francioni”: “Quando giochi contro squadre che hanno bisogno di punti per salvarsi è sempre tutto più difficile. Se vogliamo fare risultato dobbiamo rimanere umili e concentrati, così come lo siamo stati con il Crotone, perché solo così potremo superare una squadra tosta e un ambiente caldissimo. Gautieri? Conosco bene Carmine e so che gli piace far giocare i suoi palla a terra, quindi credo che servirà pazienza e che la soluzione migliore sia giocare a specchio”.

4-3-3, dunque, per l’ex tecnico del Catania, chiamato a sciogliere nelle prossime ore gli ultimi dubbi di formazione: “Non sono uno che cambia molto quindi giocheremo nuovamente col 4-3-3, perché ho avuto buoni segnali dalla squadra e non vedo perché non dovremmo continuare con questo schema. Bastien? Si è allenato bene, è in buone condizioni, ma non sarà titolare perché non voglio rompere certi equilibri che credo di aver trovato. Stesso discorso per Tavano, professionista serissimo, ma ancora non al top della forma. Mi sarà molto utile fra qualche settimana quando ci saranno tre partite in dieci giorni”.

La squalifica di Visconti costringe Marcolin a cambiare qualcosa in difesa: Chiosa è un centrale e non lo sposterò sull’esterno, quindi chiederò a Pucino di spingere e andare spesso in sovrapposizione per creare superiorità numerica in attacco. L’attacco? Non posso spostare Castaldo sulla fascia perché a 34 anni diventa difficile fare l’esterno, nonostante in passato abbia già ricoperto quel ruolo. Per il momento Mokulu e Gigi non giocheranno in coppia”.

Potrebbero interessarti:

Latina-Avellino: Probabili Formazioni

Daspo per 14 tifosi dopo Vicenza-Avellino

About Girolamo Zampa 1099 Articoli
Nasce a Prato nel 1990, frequenta la facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Firenze. Il calcio è da sempre la sua passione, ma gli piace rimanere informato anche su tutti gli altri sport.