Lazio-Roma, Szczesny: “Derby partita a sé, Spalletti sergente di ferro”

L'estremo difensore dei giallorossi parla della stracittadina. Ma anche del suo futuro con i capitolini

Il suo destino, al momento, sembra lontano da Roma. Ma in questo momento cruciale della stagione servirà mettere in campo testa, cuore ma soprattutto sudore. Wojciech Szczęsny è pronto alla derbyssimo contro la Lazio. Per l’ex Arsenal, potrebbe, essere l’ultima stracittadina in giallorosso. Infatti, la società giallorossa, è pronta ad affidare il proprio futuro Alisson.

Una non riconferma dovuta anche alla grande somma di danaro chiesta dai gunners. 12 milioni sull’unghia. Una somma che la Roma non ha intenzione di spendere. Tralasciando i rumors di mercato, Szczesny, ha parlato ai microfoni di Roma Radio, in vista del derby. “Qui ho la fiducia di compagni, allenatore e tifosi – ha dichiarato Wojciech – In Italia mi sono trovato bene. Qui il calcio è completamente diverso da quello inglese. Meno fisico, ma più tattico. Sul futuro? E’ ancora presto per parlarne. Mi auguro che sia la Roma che l’Arsenal possano vincere i rispettivi campionati“.

L’estremo difensore polacco ha parlato anche del derby: “Il sapore del derby si avverte nell’aria. Ma solo per i tifosi. Sappiamo quanto tengono a questa partita. Per noi calciatori, invece, deve essere una gara come tutte le altre”. L’intervento del polacco si chiude con un pensiero su Luciano Spalletti. L’aneddoto risale alla gara contro l’Empoli: “Ho paura di affrontarlo anche negli spogliatoi – spiega Szczesny – Quando è entrato Dzeko il mister mi aveva chiesto di lanciare lungo. Uno di quei lanci era fuori misura. Le sue urla si sono fatte sentire. Il mister non ammette errori. In campo e fuori. Il suo modo di fare ci ha completamente cambiati”.

Potrebbe interessarti:

About Armando Della Porta 481 Articoli
Armando Della Porta nasce a Nocera Inferiore il 28 settembre 1992. Fin da piccolo è appassionato di sport, seguendo con maggior passione calcio, tennis e rugby.
Contact: Facebook