Livorno-Bari 1-2: le Pagelle dei biancorossi (2015-16)

Micai, 6: Il voto è una media tra il 4 della papera e l’8 del salvataggio che fa nel recupero: se la butta dentro lui, ma poi che parata! Croce e delizia biancorossa.

Donkor, 6.5: Buoni i suoi inserimenti in avanti, dalla sua fascia si spinge sempre. Rischia il giallo con uno stupidissimo fallo di mano. Nella ripresa disinnesca una punizione dalla sinistra

Tonucci, 6: Non corre particolari rischi, leggermente meno lucido del compagno di reparto.

Di Cesare, 5.5: Primo tempo senza grandi sussulti, nella ripresa non ha particolari colpe sul gol. Poteva però badare meglio a Cazzola in occasione del pari labronico.

Gemiti, 6: Ottima la chiusura su Biagianti ad inizio partita. Consueta spinta in avanti, buono un cross a Defendi nella prima frazione. Ma vanifica tanto perdendosi Cazzola, che non era però il suo uomo.

Dezi, 6: Consueta grande lucidità nella regia in mezzo al campo. Pian piano forse perde brillantezza, precisione e non dà una sterzata alla gara. Camplone lo sostituisce all’ora di gioco. (dal 58′ Lazzari, 7,5: Sspinge, fa a sportellate e regala in qualche modo il gol alla sua squadra. Poteva però fare di più sul gol degli avversari, in marcatura. Ma alla fine la butta dentro, e questo è ciò che più conta.)

Romizi, 5.5: Perde un paio di palloni davvero sanguinosi in avvio di gara, per il resto non sbaglia molto nel primo tempo. Ad inizio di ripresa rischia il secondo giallo e Camplone lo sostituisce. (dal 58′ Donati, 5,5: lento e macchinoso in mezzo al campo, non risulta particolarmente utile)

Defendi, 6: Arrembante nella sua posizione naturale, sbaglia però su un bel cross di Gemiti. Una gara buona in copertura, ma senza particolari squilli. (Dall’81’ Valiani, ng)

Rosina, 6.5: Non incide in modo particolare nella prima frazione, essendo servito poco. Nella ripresa butta dentro un pallone importantissimo: premiata la caparbietà rispetto alla quantità.

Maniero, 6,5: Solito lavoro sporco in avanti: fa a sportellate fino al centrocampo. In avanti, però, non fa nulla di particolare a livello di conclusioni. Ma la sponda per Lazzari è determinante.

Sansone, 6: Spreca in una pericolosa discesa al quarto d’ora, è comunque pimpante e prova a proporre qualcosa dalla trequarti in su, risultando pungente.

Camplone, 6: Primo tempo senza particolari sussulti, rischia qualcosa in un paio di occasioni. La sua squadra, oggi, è risultata troppo rinunciataria: il Livorno non è male, ma non è certo irresistibile. Poi Rosina pesca il jolly e Lazzari la butta dentro, per la gioia dei pugliesi.

Livorno, 5: Nella prima frazione labronici in avanti, ma comunque inferiori tecnicamente al Bari. Non una squadra incredibile, come detto, ma neppure tanto spavalda, specialmente nell’ultima mezz’ora. E poi, se non incidi, il gol lo prendi. La caparbietà salva l’1-1, ma nel finale arriva la doccia fredda. Il secondo gol subito è da ingenui.

About Nicola Loseto 710 Articoli
Appassionato di calcio fin da bambino, nato a Bari nel 1970. Da sempre tifoso del Bari, mi interesso di calcio, basket e altri sport.