Livorno-Perugia, Bisoli: “Poteva essere una stagione diversa”

Destino già scritto per il Perugia di Pierpaolo Bisoli, che domani affronterà il Livorno, nella gara valida per la 38ª giornata del campionato di Serie B: una partita importante per il destino dei toscani, a un passo dal baratro chiamato Lega Pro.

Oggi in conferenza stampa ha parlato proprio l’allenatore dei grifoni, non tanto per delineare le sue mosse in vista della partita, ma per iniziare a stilare un bilancio di fine stagione. Il mister, però, non ha nascosto i suoi piani: “Ne ho convocati 18, anche se ancora ho qualcuno acciaccato, abbiamo trovato un buon equilibrio, so che è tardi, ma credo che queste basi rimarranno. Anzi, oggi vi posso dire anche la formazione: Rosati, Molina, Volta, Mancini, Del Prete o Rossi, a centrocampo Zebli e Prcic, esterni Guberti e Drole, mentre in attacco Aguirre gioca, ma non so se con con Parigini o Ardemagni, perché il primo ha bisogno di minutaglia, mentre Matteo è reduce dall’influenza. Non andremo a regalare punti, finché ci sarò io, l’obiettivo è vincere.

L’ex trainer del Cesena ha poi continuato: “Gli stimoli ci sono e bisogna scendere in campo con la voglia di fare. Non è stata una grande stagione, abbiamo arrancato,  ma ho visto i miei ragazzi crescere e sono certo che senza tutte le assenze, poteva essere una stagione diversa. Io lavoro per ottenere il massimo e non  mi faccio influenzare dalle voci, se poi dovesse arrivare un altro allenatore, lo accetterò con rammarico, perché il lavoro va giudicato a 360° valutando i pro e i contro, e secondo me di contro ne ho avuti parecchi.”

Potrebbe interessarti:

About Eleonora Ciaffoloni 282 Articoli
Vive a Perugia, ma studia presso la facoltà di Scienze Politiche e relazioni internazionali dell'Università di Siena. Appassionata di letteratura, sport e grande sostenitrice del Perugia Calcio.