Maldini nuovo direttore sportivo del Milan?

Continuano ad arrivare aggiornamenti sul futuro societario del Milan: secondo quanto riportato da Premium Sport, infatti, la cordata cinese, nelle prossime 48 ore, verserà nelle casse di Fininvest altri 85 milioni di euro, anticipando così la firma del closing definitivo, previsto per la prima settimana di novembre.

Il nuovo direttore generale Fassone, dalla settimana prossima, si dedicherà a cercare un nuovo direttore sportivo e una figura storica da inserire nell’organigramma societario, da inserire entro la fine di settembre. La prima scelta sembra essere rappresentata da Paolo Maldini, storico capitano rossonero che tornerebbe finalmente nell’ambiente in cui è cresciuto e, soprattutto, ha vinto, dando tutto per la causa milanista per oltre 20 anni.

Quello dell’ex bandiera rossonera sarebbe un clamoroso ritorno, dopo quello che, negli anni scorsi, l’ex difensore aveva detto sulla dirigenza di Via Turati, rea di non avergli concesso un posto nel quartier generale in seguito al suo ritiro dal calcio giocato. Queste le parole rilasciate dall’ex numero 3 del Milan all’epoca: “C’è tanta confusione nel club, non ci sono ruoli ben definiti. Al Milan serve gente che capisca di calcio, gente che ha giocato nel grande Milan. Ho una posizione diversa da quella della dirigenza attuale. Escluso un mio ritorno”.

Il Milan passerà formalmente in mani cinesi il primo gennaio 2017, quando la cordata guidata da Han Li verserà nelle casse di Fininvest il resto della somma pattuita tra le parti, al fine di raggiungere quota 740 milioni. Oltre a Paolo Maldini, potrebbe rientrare alla “base” anche Demetrio Albertini, sotto contratto con la Nazionale italiana fino a qualche mese fa e ora libero di trovare una nuova collocazione. Ancora da stabilire il ruolo che potrebbe avere l’ex centrocampista, seguiranno aggiornamenti.

Potrebbero interessarti:

Calciomercato Svincolati: tutti i giocatori senza contratto al 6 settembre

Fassone nuovo direttore generale del Milan: Ufficiale