Milan-Juve (Finale Coppa Italia), Allegri: “Giocano Dybala e Mandzukic”

Tutto pronto per la finale della Coppa Italia 2015-16, che vedrà di fronte Milan e Juventus allo stadio “Olimpico” di Roma alle ore 20.45.

Nella conferenza stampa della vigilia, ha parlato Massimiliano Allegri, che ha presentato così il big match di domani: “Dopo un mese di alti e bassi, posso dire che arriviamo molto bene a questa finale. Per vincere la partita di domani serviranno concentrazione, tecnica, volontà ed entusiasmo, perchè senza queste qualità non si va da nessuna parte. Affrontiamo un Milan arrabbiato, che ha l’ultima possibilità per salvare una stagione negativa ed andare in Europa, dopo aver chiuso il campionato con una brutta prestazione contro la Roma”.

Dubbi di formazione che riguardano esclusivamente il centrocampo: “In porta gioca Neto, perchè ha sempre giocato lui in Coppa e ha dimostrato di essere un portiere affidabile anche in queste ultime gare di campionato. I difensori disponibili sono tre e quindi in difesa non posso avere dubbio. A centrocampo, a parte Pogba, devo decidere chi far giocare tra Hernanes e Lemina in cabina di regia e uno tra Sturaro, Pereyra e Asamoah come interno di destra o di sinistra. Scioglierò questi dubbi a poche ore dal calcio d’inizio. L’attacco? Giocheranno Dybala e Mandzukic dal primo minuto, ma Zaza e Morata saranno molto utili a partita in corso”.

I tifosi della Juve hanno regalato ad Allegri emozioni straordinarie: “Non dimenticherò mai il boato che mi ha accolto quest’anno durante la mia premiazione, così come non dimenticherò mai lo striscione che mi hanno dedicato la settimana prima e i cori nei miei confronti. Domani incontrerò il mio passato ed è sempre un’emozione particolare. E’ sempre un Milan-Juve, quindi una partita di grande fascino e di grande importanza, perchè ci si gioca un trofeo. Speriamo di avere anche un pizzico di fortuna”.

Potrebbero interessarti:

Chiellini: “Siamo a un passo dalla storia”

Pogba: “Dobbiamo essere umili”

About Pietro De Conciliis 538 Articoli
Nato ad Avellino nel 1996, frequenta la Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno e collabora da circa due anni con diversi siti sportivi. Il calcio e l'Avellino sono da sempre le sue più grandi passioni, a tal punto da seguire i Lupi in casa e in trasferta.