Milan-Juve (Finale Coppa Italia), Barzagli: “Partire favoriti non è un vantaggio”

In un’intervista a Tuttosport, Andrea Barzagli ha parlato della finale di Coppa Italia di domani, in cui il difensore toscano giocherà da difensore centrale nei tre davanti a Neto, vista la squalifica di Bonucci: “Non sono bravo nel’impostare il gioco come lo è Leonardo. Ci siamo parlati un po’. Temo l’orgoglio del Milan, si tratta di una partita secca. Dovremo fare attenzione alle loro ripartenze, in particolare a Bacca, un rapace d’area di rigore. Dipenderà molto da noi. Abbiamo lavorato bene nelle ultime 2 settimane. Domani la partita sarà pericolosa”.

Domani non scenderà in campo da titolare Mario Balotelli, autore di una stagione ancora una volta negativa: “Ci ha perso il Milan, lui, la Nazionale. Forse sta pensando alle occasioni perse e avrà molti rimpianti. Nazionale povera di difensori? In Italia abbiamo sempre avuto grandi difensori, come Baresi, Maldini e Cannavaro. Rugani è stato bravo ad aspettare che arrivasse il suo momento, mentre Romagnoli ha pagato la stagione non facile del Milan. Il fatto è che spesso in Italia vengono preferiti gli stranieri, poi servono le seconde squadre. Manca il coraggio, i giovani vengono fatti giocare solo con i coetanei, mentre ho fatto tutta la trafila dai Dilettanti alla Serie A, e ne sono fiero. I giocatori devono essere schierati. Rugani? E’ il giocatore che più mi assomiglia: pulito negli interventi, osserva e chiede consigli. Deve imparare ad essere più cattivo”.

Infine, il “Muro” della Juve ha parlato del suo futuro in Nazionale: “Dopo gli Europei lascerò la Nazionale. Speriamo di fare bene, dopo il mondiale brasiliano andato malissimo. Per quanto il club, non ci penso ancora, mi considero un calciatore al 100%. Non so ancora cosa farò dopo essermi ritirato. Ventura? Bisogna seguire il percorso tracciato da Conte: serve un tecnico bravo ad allenare e a dare direttive. La Nazionale non ha venti 20 campioni da gestire. La Champions? L’Atletico Madrid, per quello che ha fatto, avendo eliminato Barcellona e Bayern Monaco, meriterebbe la coppa più del Real. In Coppa bisogna adattarsi ad un mentalità europea. Speriamo che la sicurezza acquisita in campionato i aiuti ad arrivare fino in fondo”.

Potrebbero interessarti:

Precedenti Milan-Juventus. Statistiche e Curiosità (Finale Coppa Italia 2016)

Milan-Juventus, i Convocati di Allegri (Finale Coppa Italia 2016)