Milan-Juventus 1-2, Allegri: “Partita difficile, bella reazione”

Foto Allegri allenatore Juventus

Massimiliano Allegri si è presentato ai microfoni di Sky Sport per commentare la super sfida di San Siro, vinta dai suoi per 2-1 contro un Milan gagliardo, calato nel finale di gara: “Devo fare i complimenti ai ragazzi perché non era e non è stata una partita facile. Merito al Milan per la grande partita che ha fatto, dopo una settimana di ritiro, c’ha messo in difficoltà soprattutto nei primi minuti, pressandoci e non facendo giocare Marchisio e Bonucci. Dopo la mezzora abbiamo cominciato a giocare con criterio, procurandoci un paio di situazioni favorevoli e trovano la via della rete. Potevamo chiudere già il primo tempo in vantaggio con Lichtsteiner, ma poi la squadra è stata brava a rientrare concentrata e a soffrire quando c’era da soffrire”.

Buffon ha deciso con le sue parate il big match di questa sera, senza dimenticare la grande prestazione di tutto il reparto difensivo: “Abbiamo finito gli aggettivi per Gigi. Dopo lo straordinario record messo a segno, ha trovato il tempo per fare un altro paio di miracoli, aiutando la squadra e tenendoci a galla nel corso di una partita molto complicata. Rugani? Sta crescendo, credo molto in lui. In quel ruolo ho anche Evra, esperto e capace di interpretare il ruolo di centrale sinistro, così come a Monaco di Baviera. Barzagli e Bonucci hanno aiutato molto Rugani nella sua crescita e la squadra non può fare a meno di certe colonne”.

Lotta Scudetto che comincia a complicarsi per il Napoli di Sarri: “Stasera andiamo a dormire con 9 punti di vantaggio, ma domani potrebbe ripresentarsi la medesima situazione, quindi dobbiamo rimanere nel pezzo e chiudere quanto prima il discorso. Io non dimenticherei la Roma, perché se le vince tutte e noi falliamo qualche appuntamento ha ancora la possibilità di vincere lo Scudetto. Il nostro ritmo è insostenibile? Non lo so, non mi riesco a mettere nei panni delle inseguitrici. Il Napoli se arriva secondo non deve considerarsi inferiore o considerare la sua stagione un fallimento, ha una media punti altissima”.

Potrebbero interessarti:

Pogba: “Buffon è un grande”

Milan-Juventus 1-2: le Pagelle dei Bianconeri

About Pietro De Conciliis 590 Articoli
Nato il 26 dicembre 1996, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione (ramo Editoria) dell'Università degli Studi di Salerno (Fisciano). Aspirante giornalista e uno dei quattro amministratori di albarsport.com.