Nazionale Volley femminile Tokyo 2016: l’Italia vince 3-1 sulla Corea

Il debutto dell’Italia è subito siglato con una vittoria, le azzurre si impongono per 3-1 nel primo match del torneo che vale il pass olimpico.

Bonitta sceglie in banda l’esperienza di Del Core e Piccinini; al centro a giocarsela sono Chirichella e Guiggi; in cabina di regia Orro, con opposto Ortolani; De Gennaro libero.

LA PARTITA

Il primo set è un monologo italiano, grande concretezza, precisione e potenza per le attaccanti azzurre che lasciano ampie crepe nella metà campo Coreana, con Del Core e Ortolani spietate nel dettar legge. Nella metà campo avversaria la sola Kim Yeon-Koung non basta ad arginare le ragazze di Bonitta e i troppi errori azione (10 complessivi solo nel primo set) lasciano filar via le azzurre verso la conclusione del primo parziale (21-15). Serena Ortolani dà ancora buona mostra di sé, dopo lo splendido campionato che l’ha incoronata per il secondo anno consecutivo Campionessa d’Italia, e le Azzurre possono quindi sorridere e affondare il colpo (17-25).

Nel secondo set le coreane provano ad invertire la marcia mettendo sotto torchio Piccinini in ricezione, poi sostituita da Gennari (10-8). Il lavoro certosino nel sistema muro-difesa viene immediatamente ripagato e le Azzurre trovano il primo vantaggio del set (14-16). Prosegue tonica e in fiducia la Nazionale azzurra, che si avvia nel corridoio decisivo del set (17-20). Guiggi richiamata all’ordine sigla di forza il 17-21. Ci pensa poi Chirichella con un muro perentorio a regalare all’Italia il primo set point (19-24). Il servizio di Kim si spegne in rete e l’Italia vola sul 2-0.

Il terzo set comincia in affanno per le azzurre che non riescono a trovare la consueta efficacia in contrattacco e regalano un mini break in apertura. Le gravi indecisioni e i troppi errori nella metà campo coreana rimettono in marcia le azzurre, ci pensa quindi Gennari a siglare il pareggio, ed è poi Del Core dai nove metri a firmare il sorpasso (6-7). Fa il suo ingresso anche Nadia Centoni, chiamata a sostituire Ortolani, il suo turno in battuta si rivela fatale per la ricezione coreana che offre il fianco e lascia spazio all’Italia per risalire (14-16). La formazione italiana prova scappar via sul 15-19, ma qualche leggerezza nella metà campo azzurra si rivela fatale e Kim pareggia a quota 20. Chirichella non ci sta e sigla i due punti successivi, in primo tempo e poi murando Kim (20-22). La formazione coreana però in volata beffa l’Italia e si aggiudica il terzo parziale (27-25)

Nel quarto set l’Italia è costretta ad inseguire, ma cambia marcia con Chirichella a muro che continua a togliere il respiro alle coreane. Gli ingressi propositivi di Sylla ed Egonu, che non smette di fare danni in attacco e dalla linea dei nove metri (14-16), si rivelano vincenti. De Gennaro mette ordine in seconda linea, e Del Core può organizzare il contrattacco (15-20). Le Azzurre proseguono quindi a vele spiegate verso la vittoria e si aggiudicano il quarto set (18-25).

COREA – ITALIA 1-3 (17-25; 19-25; 27-25; 18-25)

Corea: Hyo-Hee, Hye-Seon, Youn-Joo 1, Kim Yeon-Koung 26, Lee Jae-Yeong, So-Young 5, Soh-Wi, Hyo-Jin 13, Kim Su-Ji 6, Hee-Jin 10, Jeong-Ah 3, Yoo-Na 3, Hae-Ran, Jie-Youn. All. Lee Jung-Chul.

Italia: Orro 1, Guiggi 11, Malinov, Del Core 15, Sylla 6, Centoni 2, Gennari 7, Piccinini 2, Ortolani 14, De Gennaro (L), Chirichella 10, Egonu 6, Danesi, Sirressi (L). All. Bonitta

 

About Rita Salvati 161 Articoli
Studentessa di Scienze Politiche, soffre di una dipendenza da letture e canzoni tristi. Di solito scrive per non essere letta ora decide di farsi leggere da qualcuno. Non che questo sia un bene. Ama la TV ed ogni genere di sport, sì, anche il curling.
Contact: Facebook