Nuoto, il ricordo della strage di Brema in un docu-film di Zarzana

Il 28 gennaio del 1966 è un giorno da ricordare, è un giorno solenne sia per gli appassionati di nuoto, sia per l’intero mondo dello sport, è il giorno del tragico incidente aereo di Brema che stroncò le vite degli atleti della selezione azzurra di nuoto; evento passato alla storia come strage di Brema. 

Tra le vittime non vi furono solo i componenti della squadra italiana di nuoto ma anche l’allenatore (Paolo Costoli) e un giornalista ( Nico Sapio).

Non sempre si è ricordato, con il giusto ossequio, un giorno così triste e spesso i media non hanno nemmeno dedicato  spazio al ricordo di quel tragico incidente.

Francesco Zarzana, nel tentativo di rinnovare il ricordo delle vittime della strage, ha montato un docu-film intitolato “Tra le Onde nel Cielo”, che ricorda quella fantastica squadra Nazionale di nuoto tragicamente scomparsa nell’ incidente aereo di Brema attraverso le testimonianze di personaggi dell’epoca.

Il docu-film sarà presente anche al Festival del Cinema di Cannes e verrà proiettato nella giornata di martedì 17 maggio alle ore 17.30 nello spazio Doc Cormer.

Paolo Barelli, Presidente della FIN (Federazione Italiana Nuoto) si complimenta con l’autore Francesco Zarzana e con tutti coloro i quali hanno collaborato all’opera di ricostruzione dei fatti.

Ai complimenti del Presidente Barelli si aggiungono gli auguri del Segretario Generale Antonello Panza, del Consiglio Federale e dell’intero mondo del nuoto.

Il 24 aprile, il docu-film ricordo sarà proiettato in anteprima, per tutti i tesserati ed appassionati di nuoto, a Riccione,  in occasione della finale del campionato nazionale a squadre di nuoto della  serie A1 e A2 altresì chiamata “Coppa Caduti di Brema”.

Potrebbe interessarti:

About Mario Martino 104 Articoli
Nato a Maddaloni il 16/05/1995, vive a Beltiglio di Ceppaloni, un paese in provincia di Benevento. Studia lettere moderne presso l'Università degli studi di Salerno, appassionato di libri e di nuoto. Scrive per Notiziare.it, BeneventoZON e Derivati Sanniti e saltuariamente per Sannio Teatri Culture.