Ordine d’Arrivo GP Europa F1 2016: vince Rosberg, Vettel secondo

Nico Rosberg oggi entra nella storia per essere stato il primo pilota ad aver vinto il nuovo Gran Premio d’Europa a Baku, in Azerbaijan, portandosi a +24 dal compagno di squadra in classifica. Disputando una gara perfetta, partito dalla pole e rimasto in prima posizione per tutti i 51 giri del GP, il tedesco della Mercedes porta a casa il suo secondo Grand Chelem in carriera, avendo conquistato pole position, giro veloce e vittoria della corsa.

Dietro di lui troviamo sul podio Vettel della Ferrari in seconda posizione e un determinatissimo Perez che, con la sua Force India, ha disputato un’ottima gara rimontando dalla settima posizione. Raikkonen quarto, che perde il podio in favore del messicano Perez a causa di una penalità di 5 secondi inflittagli per aver tagliato la linea d’ingresso della pit lane. Quinto Hamilton, scattato dalla decima posizione, non riesce a rimontare fino al podio per un problema alla regolazione del motore. Il pilota non è riuscito a risolverlo da solo durante la gara, né il muretto ha potuto dargli indicazioni precise per via del nuovo regolamento dei team radio. Completano la top 10 Bottas, Ricciardo, Verstappen, Hulkenberg e Massa.

Al via i primi piloti conservano le posizioni, evitando incidenti soprattutto alla prima curva, dove tutto il gruppo sfila liscio, se non per qualche leggera toccata nelle retrovie. La safety car, tanto attesa nelle strategie delle squadre per l’alto rischio del tracciato, non scende in pista. I piloti, dopo aver testato a loro spese la pericolosità dei muretti e della carreggiata stretta, sono rimasti concentrati per tutta la gara, evitando gli errori commessi nelle prove e nelle qualifiche. Forse hanno evitato anche di prendere inutili rischi che avrebbero compromesso irrimediabilmente la gara, come ha lasciato intendere Toto Wolff in un’intervista post-gara. Subito in difficoltà la Toro Rosso di Kvyat e le Red Bull di Ricciardo e Verstappen, i quali scelgono una strategia a doppia sosta, quasi obbligata a causa di uno strano decadimento della gomma, che però non frutta. Le Rosse di Maranello fanno un buon lavoro, in particolare Raikkonen sorprende per l’ottima gestione delle gomme e per aver cercato di recuperare il tempo perso a causa della penalità.

L’altro indiscusso vincitore di questa giornata, oltre Nico Rosberg, è proprio l’Azerbaijan. L’aver organizzato un Gran Premio così entusiasmante e in così poco tempo, sono solo due dei tanti meriti che si possono attribuire allo Stato eurasiatico. Infatti, si correrà sulle rive del Mar Caspio per altri sette anni, dando l’opportunità all’Azerbaijan di riscattarsi dopo la crisi che lo ha colpito a seguito del crollo del prezzo del petrolio. In attesa del prossimo Gran Premio d’Austria, continuano i festeggiamenti nella capitale Baku, inondata da tifosi, turisti e celebrità.

POSNODRIVERCARLAPSTIME/RETIREDPTS
16Nico RosbergMERCEDES511:32:52.36625
25Sebastian VettelFERRARI51+16.696s18
311Sergio PerezFORCE INDIA MERCEDES51+25.241s15
47Kimi RäikkönenFERRARI51+33.102s12
544Lewis HamiltonMERCEDES51+56.335s10
677Valtteri BottasWILLIAMS MERCEDES51+60.886s8
73Daniel RicciardoRED BULL RACING TAG HEUER51+69.229s6
833Max VerstappenRED BULL RACING TAG HEUER51+70.696s4
927Nico HulkenbergFORCE INDIA MERCEDES51+77.708s2
1019Felipe MassaWILLIAMS MERCEDES51+85.375s1
1122Jenson ButtonMCLAREN HONDA51+104.817s0
1212Felipe NasrSAUBER FERRARI50+1 lap0
138Romain GrosjeanHAAS FERRARI50+1 lap0
1420Kevin MagnussenRENAULT50+1 lap0
1530Jolyon PalmerRENAULT50+1 lap0
1621Esteban GutierrezHAAS FERRARI50+1 lap0
179Marcus EricssonSAUBER FERRARI50+1 lap0
1888Rio HaryantoMRT MERCEDES49+2 laps0
NC14Fernando AlonsoMCLAREN HONDA42DNF0
NC94Pascal WehrleinMRT MERCEDES39DNF0
NC55Carlos SainzTORO ROSSO FERRARI31DNF0
NC26Daniil KvyatTORO ROSSO FERRARI6DNF0

TUTTE LE NOTIZIE SUL MONDIALE DI F1

About Alessandro Lucadamo 25 Articoli
Nato a Marino (RM) nel 1995, vive in provincia di Avellino e studia Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Salerno. Patito di motori sin da piccolo, segue con grande passione la Formula 1.