Pagelle Genoa-Inter 1-0: Voti dei nerazzurri

Finisce a Marassi contro il Genoa il sogno Champions dell’Inter. La sconfitta per 1-0 coi rossoblu di Gasperini e il contemporaneo, faticoso, successo della Roma contro il Torino spegne definitivamente ogni velleità degli uomini di Mancini che, quantomeno salvano il quarto posto vista anche la sconfitta della Fiorentina a Udine.
Vediamo le pagelle della sfortunata prova genovese.

HANDANOVIC 7. Almeno tre interventi notevoli, incolpevole sul tap-in di De Maio.

D’AMBROSIO 6,5. Una discreta prova in entrambe le fasi, con in più un assist per Palacio che meritava miglior fortuna.

MIRANDA 7. Non sbaglia un intervento, semplicemente un fuoriclasse. Sarà importante ripartire da lui per costruire un’Inter finalmente competitiva.

MURILLO 6,5. Con accanto un muro come il brasiliano non si può che imparare, ed anche Jeison fa la sua bella figura. Pavoletti stretto nella morsa dei due centrali nerazzurri ha potuto ben poco.

TELLES 5+. Si propone con una certa puntualità in fase offensiva ma senza mai trovare lo spunto decisivo. Si perde De Maio nell’azione del gol che ha deciso la gara.

MEDEL 6. Fa il suo con la solita generosità, nel primo tempo ha pure la palla giusta ma col piede meno nobile, il sinistro(non che con il destro componga poesie), partorisce solo una conclusione strozzata.

FELIPE MELO 6+. Una prova discreta in fase d’interdizione, e prova pure a cucire il gioco. Ma il problema è che con lui insieme a Medel le possibilità di verticalizzazioni importanti da centrocampo calano drammaticamente.

PALACIO 6. I suoi movimenti nel primo tempo mettono in crisi la retroguardia ligure, e, sempre nella prima frazione, recapita un cioccolatino sulla testa di Icardi. Nella ripresa la sua prestazione cala alla distanza e alla fine ci si rende conto che soprattutto è mancato in quello che dovrebbe essere comunque il suo pane: la concretezza sotto porta.

BROZOVIC 5+. Il croato stasera fa cilecca, palesando quello che è forse il suo unico, ma importante difetto: La continuità.

PERISIC 5. Ecco un altro flop. Dopo un’importante serie di prestazioni da Top-Player Ivan stasera si prende una serata di pausa, e alla lunga le sue giocate sono mancate.

ICARDI 5+. Gli arrivano 2-3 palloni importanti sulla testa, ma non riesce a trasformarli in rete, soprattutto per colpa sua.

EDER 5. Venti minuti per lui al posto di Perisic. Ma ci si accorge che è entrato in campo solo a tempo scaduto, quando calcia fuori un diagonale da favorevole posizione.

JOVETIC 5,5. tredici minuti circa invece per lui, nel quale fa a tempo a calciare alto una buona palla piovutagli sul sinistro dentro l’area.

LJAJIC S.V. Entra solo nei minuti finali, ingiudicabile.

MANCINI 5+. La squadra da una mese e mezzo aveva palesato notevoli miglioramenti dal punto di vista del gioco. Finalmente il tecnico di Jesi, dopo 16 mesi di esperimenti era riuscito a dare un’anima alla squadra. Ma stasera sono riemersi vecchi difetti, della squadra, e suoi, soprattutto la scarsa capacità di leggere le partite. E due domande: Perché Medel e Melo contemporaneamente in campo? E perché lasciare fuori lo Jovetic delle ultime due partite?