Pagelle Milan-Juventus 1-2: i Voti dei Bianconeri

La Juventus completa rimonta ed espugna San Siro, superando il Milan di Mihajlovic con un convincente 2-1, firmato da Mandzukic e Pogba, bravi a rispondersi all’iniziale vantaggio rossonero timbrato dal brasiliano Alex. Migliore in campo Gigi Buffon, ancora una volta decisivo, così come il giovane Rugani, distintosi in più occasioni

Ecco le pagelle della Juventus:

BUFFON (VOTO 8): Semplicemente straordinario. Dopo aver incassato meno di dieci tiri in porta nelle ultime 21 partite, è chiamato in causa ben quattro volte, nelle quali risponde da fenomeno, aiutandosi anche con la traversa sul tiro ravvicinato di Balotelli;

BARZAGLI (VOTO 6,5): Un muro, essenziale durante i 90 minuti. Non sbaglia nulla e guida il reparto difensivo con la solita intelligenza. Fondamentale l’ultimo intervento con cui ferma Bonaventura sul lato corto dell’area di rigore;

BONUCCI (VOTO 6,5): Prestazione importante la sua. Preciso nel chiudere la maggior parte delle iniziative dei rossoneri e nell’impostare la manovra quando Marchisio viene marcato a uomo da Bacca;

RUGANI (VOTO 6,5): Cresce ed è cresciuto in maniera esponenziale, in personalità, cattiveria e gioco. Ha alcune responsabilità in occasione del gol di Alex, ma anche Lichtsteiner ci mette del suo;

LICHTSTEINER (VOTO 6): Solita spinta sulla fascia destra e attenzione in fase difensiva. Si fa ingannare da un blocco in occasione del gol del Milan, ma per il resto disputa una partita “onesta”; (sost. CUADRADO: VOTO 6)

POGBA (VOTO 7): Match winner di serata, nonostante una prima ora di gioco in ombra, per merito del lavoro oscuro di Kucka, che lo sovrasta sotto l’aspetto fisico e agonistico. Il suo tiro sporco basta per decidere una partita complicata e lanciare la Juve a +9 sul Napoli;

MARCHISIO (VOTO 6,5): Il regista bianconero si conferma fondamentale per la squadra di Allegri, per geometrie e intelligenza tattica. Nel primo tempo Bacca e Balotelli si alternano per tenerlo d’occhio, ma nella ripresa riesce a liberarsi e a dare sfogo ai suoi lanci millimetrici;

ASAMOAH (VOTO 6): Corre tanto in fase di possesso e rincorre gli avversari quando serve. Sbaglia qualche passaggio di troppo, prima di abbandonare il campo in seguito a un contrasto con Abate; (sost. EVRA: s.v.)

ALEX SANDRO (VOTO 6): Si propone tantissimo in fase offensiva, senza dimenticare quella difensiva. Limita per tutti i 90 minuti Honda e non permette al Milan di giocare con serenità sulla fascia destra;

MANDZUKIC (VOTO 6,5): Non è al 100% della condizione fisica, ma la palla dentro la “butta” sempre. E’ questo ciò che conta per un attaccante, capace di rimanere in campo per 90 minuti nonostante un problema al naso e i diversi contrasti con Alex;

MORATA (VOTO 6,5): Non trova il gol, ma il suo assist e le sue progressioni palla al piede sono una manna per Allegri e i suoi compagni. Sembra essere tornato il “vecchio” Alvaro; (sost. ZAZA: VOTO 5)

Potrebbero interessarti:

Pogba: “Buffon fantastico. Mercato? Penso allo Scudetto”

Highlights Milan-Juventus 1-2 commentati da Claudio Zuliani

About Pietro De Conciliis 590 Articoli
Nato il 26 dicembre 1996, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione (ramo Editoria) dell'Università degli Studi di Salerno (Fisciano). Aspirante giornalista e uno dei quattro amministratori di albarsport.com.