Pagelle Novara-Salernitana 1-1: i Voti dei Granata

Una brutta Salernitana riesce a strappare un importante pareggio sul campo del Novara. Troppo passiva la squadra granata che lascia l’iniziativa ai ragazzi di Baroni, che sprecano diverse occasioni e colpiscono anche per due volte il palo. Il gol dei padroni di casa arriva al 61′ con Galabinov, entrato da pochi minuti, bravo a sfruttare una disattenzione della difesa ospite. Sembra finita, ma al quarto minuto di recupero Donnarumma stoppa la palla, Coda calcia debolmente ma c’è Gatto in aria che accompagna dolcemente il pallone nella porta spalancata e fa esplodere il Settore Ospiti dello stadio “Silvio Piola”.

Di seguito sono riportate le pagelle della squadra di Menichini:

TERRACCIANO 7 appena quattordici secondi ed è già costretto ad intervenire su Corazza. Salvato per due volte dal palo, colpito da Corazza, prima, e Gonzalez, poi. Nella ripresa parte con un attimo di ritardo sulla punizione di Viola che sfiora il palo. Incolpevole sul gol di Galabinov.

CECCARELLI 4 impiega una manciata di secondi per confezionare la solita “ceccarellata”, ma l’incredulo Corazza trova Terracciano che allontana la sfera con il piede. Dopo 20 minuti è già ammonito. La difesa traballa con lui, talvolta scala al centro lasciando scoperta la sua area di pertinenza.

TUIA 5  E’ lui il regista della squadra, prova ad impostare l’azione dalle retrovie con lanci lunghi. La sua partita finisce al 7’ della ripresa quando si accascia improvvisamente ed è costretto a dare forfait per un problema alla gamba sinistra. Dal 7’ st TREVISAN 3 un autentico disastro, peggio di lui, probabilmente, solo chi ha ancora il coraggio di proporlo in campo. Stende Viola con un colpo da karate ma per sua fortuna Minelli sorvola. Non contento, rimedia il giallo e meriterebbe anche il secondo ma il direttore di gara non se ne avvede.

BERNARDINI 6  Costretto spesso ad uscire ed abbandonare la propria posizione per tamponare l’inconsistenza di Ronaldo in fase di interdizione. Si aggrappa a Gonzalez per fermarlo e si becca il giallo, commette una sciocchezza colossale facendosi espellere per proteste. Salterà il delicato scontro diretta con il Latina.

EMPEREUR 5,5 dalle sue parti staziona Faragò. Usa le maniere rudi ma non sempre è impeccabile nel posizionamento. Gonzalez con una finta di corpo lo sorpassa facilmente,  il palo lo salva. Leggermente meglio nella ripresa.

FRANCO 5,5 preoccupato dalla presenza di Faragò, agisce basso senza spingere più di tanto. Paradossalmente il meno peggiore del reparto difensivo. Al solito inesistente quando oltrepassa la metà campo avversaria.

MORO 6 si concede qualche scorribanda nell’area avversaria, senza particolari fortune. Il Novara sovrasta i granata a centrocampo, costretto a correre e recuperare palloni per tre, finisce inevitabilmente per perdere lucidità in fase di cross.

RONALDO 4,5 Menichini gli affida l’importante ruolo di costruzione del gioco, ma la palla è quasi perennemente tra i piedi dei calciatori del Novara per cui finisce per essere quasi invisibile per buona parte del match. Lento e scolastico, si limita al compitino, passando la palla al compagno più vicino. Dal 15’ st ZITO 5,5 entra ed il Novara passa in vantaggio, nel finale si mangia un gol a porta vuota.

BOVO 4,5 sterile e leggero nei contrasti, inconsistente in fase di attacco. In una parola: inutile. Alza bandiera bianca e lascia Menichini a corto di cambi per gliultimi venti minuti. Dal 28’ st GATTO 7,5 sicuramente il calciatore più pimpante atleticamente, sacrificato alla panchina per scelte tecniche incomprensibili. Sfila via la palla con prepotenza a due avversari e consegna a Zito un rigore in movimento che il compagno spedisce liscio nel settore ospiti. Si rifarà in pieno recupero, spingendo in rete da pochi passi un pallone ottimamente lavorato da Coda.

DONNARUMMA 6 Si sacrifica in fase di copertura perdendo lucidità quando c’è da impostare o finalizzare. Nel finale lavora una buona palla sulla trequarti, ma il passaggio, troppo lungo, che avrebbe messo Gatto solo dinanzi a Da Costa. Ha il merito di tenere impegnata praticamente da solo l’intero settore offensivo di Baroni.

CODA 6 scalda subito le mani a Da Costa con un destro potente sul primo palo. Troppo precipitoso in diverse occasioni. Si riscatta in pieno recupero con l’assist che Gatto deve solo depositare in porta.

ALL. MENICHINI 4 rispolvera il 5-3-2 ma la squadra fa acqua da tutte le parti, soprattutto sulla sinistra. L’unico schema offensiva è il lancio lungo di Tuia per gli attaccanti, perennemente abbandonati al proprio destino. L’infortunio di Tuia gli dà la possibilità di cambiare modulo, ma preferisce non cambiare e peggiorare notevolmente l’andamento della partita con l’inserimento di Trevisan. Gatto salva la Salernitana nel finale: assurda la decisione di non inserirlo tra i titolari.

SEGUI IL POST-PARTITA DI NOVARA-SALERNITANA

About Alessia Casella 207 Articoli
Nata nel '96 a Salerno, sotto il segno del cavalluccio granata. Appassionata del calcio in generale, visitare il mondo in lungo e in largo, e della moda. Sogno nel cassetto? Diventare direttore sportivo.
Contact: Facebook