Pagelle Pro Vercelli-Salernitana 1-1: i Voti dei granata

A sei minuti dal termine del match arriva il pareggio della Pro Vercelli, che fa tornare la Salernitana a casa con un solo punto guadagnato e tanto rammarico. Arriva un punto che dà continuità ma che lascia distante di quattro punti la zona salvezza.

DI seguito riportate le pagelle dei granata in Pro Vercelli-Salernitana:

TERRACCIANO 5,5 Incerto nelle uscite alte, in difficoltà a leggere le traiettorie affilate di Mammarella e a spazzare l’area piccola sempre occupata da due calciatori piemontesi. Nel finale si fa clamorosamente anticipare da Beretta che gli ruba il tempo e regala il pari alla truppa di Foscarini.

COLOMBO 5,5 Agisce basso a protezione della propria zona di pertinenza. Ad inizio ripresa è attento quando chiude di testa su Malonga. Nel finale è graziato da La Penna, quando tocca con il braccio un pallone diretto verso la porta di Terracciano.

BAGADUR 6 Entra subito duro su Malonga, beccandosi un richiamo di La Penna. Al 10’ si scontra con Terracciano costringendo Oikonomidis a salvare sulla linea su Scavone, sale di tono nella ripresa quando è attento e non sbaglia un intervento.

EMPEREUR 6,5  Entra duro ma deciso e pulito a chiudere sugli attaccanti di Foscarini. Il migliore del pacchetto arretrato.

ROSSI 4,5 Tiene impegnati i raccattapalle del Piola con i sui cross, discute animatamente con Menichini. Mustacchio lo tiene ben impegnato, ma il piemontese ha sempre la meglio.

NALINI 6,5 Menichini si affida alla freccia del nord per garantirsi gamba e dinamismo e per far deragliare il treno Mammarella. Al 28’ supera come una furia il terzino piemontese e scodella un ottimo assist al centro. Pregevole anche il tentativo di tiro da centrocampo, ma Pigliacelli blocca attento. Dall’11 st GATTO 4,5 il suo ingresso in campo si rivela controproducente, la Salernitana smette di giocare e di ripartire in contropiede. Perde tanti palloni, approccio superficiale ad una gara che era autentica battaglia.

RONALDO 6,5  Punto di riferimento costante per i compagni, smista palloni precisi per gli attaccanti non sempre sfruttati a dovere. Ha il merito di pennellare da calcio d’angolo la palla che Coda insaccherà alle spalle di Pigliacelli.

OIKONOMIDIS 7 Menichini gli ridà fiducia dopo la deludente prova col Latina. Scelta che va letta come ultima chance. Le risposte ottenute stavolta sono più che convincenti. L’australiano caccia gli artigli e sfodera una gara di grande tenacia e sacrificio.

ODJER 6 il cambio tattico di Foscarini costringe Menichini a cambiare idea e a non provarlo in posizione di trequartista. Sfortunato, alza bandiera bianca per un fastidio muscolare. Dal 39’ pt PESTRIN 6 si piazza basso a protezione della difesa, lasciando a Ronaldo il compito di impostare. Si limita a “sparacchiare” il più lontano possibile ogni pallone che gli capiti a tiro.

DONNARUMMA 6 Suo il primo tentativo pericoloso del match dai venti metri, scarica alto di potenza col destro. Arriva con un attimo di ritardo sul tiro cross di Oikonomidis. Gara di grande sacrificio dopo il vantaggio granata quando è costretto ad agire da centrocampista aggiunto. Dal 27’ st TUIA 6 al contrario di Gatto, il suo approccio al match è invece ottimale. Cattivo, agonisticamente subito in partita. Mette all’angolo Malonga anticipandolo puntualmente.

CODA 7 dopo aver fatto bottino 13 e sbancato l’Arechi sotto la Sud, fa bingo incrementa il suo ottimo punteggio gol, svettando di testa su preciso corner di Ronaldo. Gara di grande generosità anche per lui, peccato per l’errore in contropiede ad inizio ripresa quando sbaglia il passaggio per Donnarumma vanificando una ghiotta ripartenza.

Potrebbero interessarti anche:

About Alessia Casella 207 Articoli
Nata nel '96 a Salerno, sotto il segno del cavalluccio granata. Appassionata del calcio in generale, visitare il mondo in lungo e in largo, e della moda. Sogno nel cassetto? Diventare direttore sportivo.
Contact: Facebook