Palermo-Juventus, Allegri: ”Chiellini riposa, Buffon gioca”

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida in casa del Palermo, la prima delle tre trasferte che attendono la sua Juventus: “Abbiamo tre trasferte in 1 settimana. Non giocando in casa, dobbiamo viaggiare e così si accumula stanchezza. Il Palermo ha fatto 4 punti nelle ultime 2 partite, avrà voglia di fare bene. Non possiamo tornare dalla trasferta senza i 3 punti”.

Dybala? Dopo l’anno scorso è più difficile. Sta facendo bene, gli avversari si concentrano di pià su di lui. Deve rimanere sereno, ha giocato tanto e forse potrebbe non partire titolare”.

Pjaca e Dybala sono diversi tra di loro, Marko è cresciuto molto negli ultimi tempi. Anche Mandzukic e Higuain possono giocare insieme. Paulo non è nervoso, deve stare tranquillo. Quando lui non c’è lui giochiamo diversamente. Mandzukic nasce come esterno, può fare la seconda punta”.

Rispetto alla partita contro l’Inter, contro il Cagliari ho visto un diverso modo di giocare. Abbiamo fatto pochi errori, domani giocheremo di nuovo con i 3 difensori”.

Cuadrado? Non giocherà dall’inizio, ma forse a partita in corso. Ha svolto tutto l’allenamento l’altro giorno e mi ha chiesto di tornare a casa perché era turbato, così glielo ho permesso, ma ora è tutto a posto”.

Hernanes e Rugani? Chiellini riposerà. Devo valutare su chi mettere a centrocampo. Khedira domani rientra, ma devo farli girare”.

Sarri non si è presentato in conferenza stampa a 24 ore dalla sfida con il Chievo, dopo gli episodi di Genova : “Non devo essere io a rispondere. Mi dispiace per i giornalisti, io a scuola non avevo presenze ma in conferenza stampa sì.

Neto è pronto ma il capitano ha pienamente recuperato: “Buffon domani giocherà. Difesa? Io scelgo la formazione migliore di partita in partita. A Milano ne ho cambiati 5. Nessuno si è reso conto dei cambi perché abbiamo vinto. Spero che Benatia rientri il prima possibile, Rugani è cresciuto tanto. E’ importante avere tutti a disposizione”.

Higuain? Se vinciamo non è importante chi scende in campo. Dobbiamo sperare di vincere sempre così da evitare le critiche”.

Pjaca? Ha grandissime qualità e sono certo che diventerà fortissimo. Il campionato croato è diverso dal nostro. Morata aveva un’esperienza diversa”.