Palermo: Novellino esonerato, ritorna Ballardini

Non si fermano le rivoluzioni nella panchina palermitana: dopo la cocente sconfina casalinga di ieri sera contro la Lazio dell’esordiente Simone Inzaghi, il presidente Zamparini ha deciso di optare per l’ennesimo cambio di allenatore. È l’undicesima volta che accade in questa stagione, con ben 9 cambi di tecnici: questa volta, al posto di Novellino, assistiamo al ritorno di Ballardini, che era arrivato in Sicilia a novembre, a sostituzione di Iachini, ed era stato poi sollevato dall’incarico a gennaio.

Dopo di lui si erano alternati l’argentino Schelotto, che dopo un mese però rinunciò, poi Viviani, Tedesco e alla fine Bosi, sostituito da Iachini, con cui il Palermo aveva iniziato la stagione. Ma non finisce qui, a marzo Iachini lascia i rosanero per la seconda volta ed arriva Novellino, che però in circa un mese riesce a portare a casa solo un punto.

Ora toccherà a Ballardini svolgere il lavoro sporco, quello di portare i siciliani fuori dalla crisi ed arrivare possibilmente alla salvezza. Ma la responsabilità dell’ex/neo allenatore sarà elevata, soprattutto dopo il suo addio caratterizzato dalla lite con Sorrentino.

La prossima partita, allo Juventus Stadium, sarà più complicata del solito: non solo dovranno affrontare la prima della classe, che continua a macinare vittorie, ma dovranno anche placare gli animi dei tifosi in contestazione.

Potrebbe interessarti: 

About Eleonora Ciaffoloni 281 Articoli
Vive a Perugia, ma studia presso la facoltà di Scienze Politiche e relazioni internazionali dell'Università di Siena. Appassionata di letteratura, sport e grande sostenitrice del Perugia Calcio.