Palermo-Perugia 1-0, Giunti: “Ci vuole personalità, dell’arbitro non ne parlo..”

foto: tifogrifo.com

Un amareggiato Federico Giunti è intervento ai microfoni di Sky Sport al termine della sfida del Barbera tra Palermo e Perugia, terminata 1-0 per i padroni di casa, passati in vantaggio grazie ad un rigore a dir poco discusso.

Queste le dichiarazioni del tecnico biancorosso: “Dell’arbitro e della sua prestazione non ne voglio parlare, altrimenti staremmo qui tutta la notte. Dico che ci dispiace perdere così, se ci fosse stata la VAR in Serie B non sarebbe stato convalidato il rigore per il presunto fallo di mano di Colombatto.”

“Sono contento dei miei ragazzi, perché nonostante le defezioni, abbiamo fatto la nostra partita. Abbiamo avuto diverse occasioni per passare in vantaggio, non ci siamo riusciti, ma siamo coscienti della nostra forza. Abbiamo giocato meglio della favorita, in un campo dove tendono a farti giocare male. Ci vuole personalità per giocare qui, sia da parte dell’avversario che arriva, sia da parte della terna arbitrale.”

“I ragazzi hanno fatto quello che dovevano. Poco prima di scendere in campo ci siamo dovuti inventare un tridente d’attacco del tutto nuovo, con Mustacchio che in quella posizione ci avrà giocato sì e no un paio di volte, forse a Vercelli.”

“Il rammarico è quell’occasione che abbiamo avito con Buonaiuto, ma non voglio soffermarmi. In ogni caso abbiamo fatto bene. Adesso testa al Frosinone, che ha vinto una partita che poteva terminare pari. La Serie B è imprevedibile, noi cercheremo di fare bene fin da sabato.”

Potrebbe interessarti:

 

 

About Eleonora Ciaffoloni 386 Articoli
Vive a Perugia, ma studia presso la facoltà di Scienze Politiche e relazioni internazionali dell'Università di Siena. Appassionata di letteratura, sport e grande sostenitrice del Perugia Calcio.