Parma, Bambino di 10 anni cacciato dalla scuola calcio della Juventus

Un messaggio di liquidazione come se fosse un professionista adulto e vaccinato, un ringraziamento per quanto fatto, in pratica il bimbo è stato scaricato dalla scuola calcio. È successo a Parma, dove un pulcino di dieci anni è stato “cacciato” dallo Juve Club Parma, la scuola calcio con sede nel capoluogo emiliano della squadra bianconera.

Questo il testo del messaggio: “Inviamo la presente per comunicarti che non rientri più nei quadri tecnici della nostra Società in vista della prossima stagione 2016/2017. Nel ringraziarti per l’impegno profuso a favore dei colori bianconeri, ti salutiamo cordialmente e ti auguriamo Buona Fortuna per gli eventuali tuoi prossimi impegni sportivi”.

La risposta puntuale è arrivata dai genitori del bambino, che hanno scritto alla Gazzetta di Parma, all’assessore allo sport, alla Figc e alla Juventus, parlando di “macelleria sociale”. Il ragazzino non è solo, anche altri cinque bambini non sono stati confermati e sono stati avvertiti nello stesso modo. La replica della società è stata secca, nella voce del numero uno Mauro Bertoncini: “Abbiamo tantissime richieste ogni anno e selezionare vien da sé. Probabilmente l’errore è stato quello di indirizzare la lettera al bambino e non ai genitori”.

Potrebbe interessarti:

Logo Parma Calcio: offerta per l’acquisto del marchio da 250.000 euro

Juventus-Melbourne: Probabili Formazioni e Diretta Tv (Amichevole 23 luglio 2016)

About Sanji 1601 Articoli
Si dice che Dio crei le pietanze e il diavolo ci metta le spezie... ma forse questo piatto era un po' troppo piccante per te.