Pasta Reggia Caserta-Sidigas Avellino 82-86: le pagelle dei lupi

Inizio dell’anno con i botti per la Scandone, che sbanca Caserta con il punteggio di 82-86. Derby intenso, teso e combattuto, con le squadre quasi sempre punto a punto, pronte a superarsi e a riagganciarsi in ogni momento del match. Alla fine, però, è la Sidigas a dare la spallata decisiva: Green piazza la bomba del più tre a un minuto dalla fine e Leunen completa l’opera dalla lunetta, segnando sei tiri liberi di fila. Sono proprio i due veterani biancoverdi i migliori in campo, dimostrandosi lucidi e freddi nelle fasi più importanti della partita. Per Caserta, invece, Sosa e Watt risultano i più determinati, mettendo a segno rispettivamente 23 e 25 punti; ma ciò non basta ad evitare la sconfitta ai padroni di casa. Prosegue, dunque, la corsa al primo posto in classifica della Scandone, ora seconda insieme alla Reyer Venezia.

Ecco le pagelle dei lupi:

#0 Zerini 7 – Prova intensa e determinata dell’ex brindisino. Entra deciso dalla panchina e si dimostra pronto ogni volta che viene chiamato in causa. Piazza tre bombe di assoluta importanza, prende 3 rimbalzi e gioca con concentrazione sia in difesa che in attacco.

#1 Ragland 6,5 – Inizio spumeggiante per Joe, che mette a segno 17 punti nei primi due quarti, dimostrandosi vera spina nel fianco per la difesa casertana. Si spegne nella ripresa e nell’ultimo quarto non riesce a tenere a bada i nervi, uscendo per cinque falli, macchiando la sua buona prestazione.

#4 Green 7,5 – Con Ragland troppo nervoso, è lui a prendere le redini della squadra, soprattutto negli ultimi due quarti. Detta i tempi di ogni giocata, soffia più volte il pallone agli avversari e nei momenti decisivi non ha pietà di nessuno. Segna 9 punti e prende anche 3 rimbalzi.

#8 Esposito sv

#10 Leunen 8 – La prova di Martino è semplicemente schiacciante: segna 19 punti, conquista 5 rimbalzi e realizza anche 1 assist. Si dimostra essere di ghiaccio dalla lunetta, segnando 8 tiri liberi su 8. Fa la differenza nei momenti che contano e nel finale si carica la squadra sulle spalle, insieme a Green.

#12 Cusin 6,5 – Prestazione più che sufficiente per il centro azzurro, che si fa valere soprattutto in difesa, dove più volte contiene energicamente Sosa, mettendolo in grossa difficoltà. In totale sono 2 punti, 5 rimbalzi e 2 stoppate per il Cuso.

#19 Severini sv

#20 Randolph 5 – Non è in forma e si vede. In attacco sbaglia anche le cose più semplici e in difesa prova a contenere con intensità gli avversari, senza prestare però la giusta attenzione. Solo 4 punti, 1 rimbalzo e 1 assist per lui.

#32 Obasohan 5 – La guardia belga fatica parecchio ad entrare in partita, tant’è che non ci riesce. La sua prestazione è spenta e condizionata da una forte difesa dei casertani, che più di una volta lo costringono all’errore dal tiro. 2 punti e 2 rimbalzi in 15 minuti giocati per Ojomoh.

#44 Fesenko 6 – Prova sufficiente per il centrone ucraino. È determinato in attacco, anche se poco preciso; mentre in difesa alterna buona intensità a scarsa attenzione, lasciando troppe volte gli avversari liberi di colpire. Per lui sono 10 punti, 4 rimbalzi e 2 stoppate.

#55 Thomas 6,5 – L’ala americana entra bene in partita e tira con buone percentuali, sia da due che da tre punti. Nel finale s’intestardisce in giocate troppo forzate, ma poi recupera la giusta concentrazione. Realizza 14 punti, 1 assist e raccoglie 5 rimbalzi.

#57 Parlato sv